Facebook Pixel
Lunedì 27 Giugno 2022, ore 16.52
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Impatta4Equity presenta i piani di investimento ispirati al Value Metrics

Finanza, Sostenibilità ·
(Teleborsa) - È stato presentato oggi a Roma, presso il Binario F della Stazione Termini, il programma di investimento di Impatta4Equity, società di investimento ispirata ai valori dell’Enciclica Laudato sì di Papa Francesco e nata dall’ecosistema di IMPATTA, il network di imprese e professionisti ispirato dall’iniziativa di Earth Day coordinato da Next4 per accelerare l'Agenda 2030 dell'Onu.



Per la valutazione delle opportunità di investimento Impatta4Equity utilizzerà Value Metrics, uno strumento di misurazione che è frutto di un tavolo di lavoro composto da Core Values, PWC, Anima e Movimento per l’Economia del Bene Comune, ed ispirato ai principi fondamentali espressi dalla Dottrina Sociale della Chiesa, dalle encicliche Laudato sì e Fratelli tutti, combinate con i criteri ESG.

L’iniziativa nasce dall’esperienza di successo di Next4 nella Sanità Digitale, frutto dell'intuizione dei fondatori Pierluigi Sassi, Davide D’Arcangelo e Angelo Paletta, che hanno registrato un aumento del 150% del valore di Next4 a 10 milioni di euro. Un track record che ha portato all'avvio di un secondo programma d’investimento dedicato alla Transizione Ecologica.

"Di fronte all’escalation della crisi climatica e alle evidenti difficoltà delle istituzioni, che nonostante 26 Conferenze sul Clima non riescono a invertire la rotta e a fermare il costante aumento delle emissioni di CO2 in atmosfera, Papa Francesco ha invitato ogni cittadino responsabile a fare la propria parte e ha lanciato una piattaforma d’azione globale, Laudato sì Action Platform, grazie alla quale possiamo tutti contribuire a generare il cambiamento di cui l’umanità e il pianeta hanno sempre più urgente bisogno", ha spiegato Pierluigi Sassi, Ceo della Holding di Partecipazione Impatta4Equity, parlando a più di 100 investitori.

"La BCE sta per concludere il suo secondo stress-test sull’impatto del cambiamento climatico nell’eurozona – sottolinea Sassi – ma già nella prima edizione l’analisi di 4 milioni di imprese e di 1.600 istituti bancari ha evidenziato l’irragionevolezza di proseguire a lavorare su modelli economici basati sulle fonti fossili e sullo sfruttamento dissennato delle risorse naturali. Il PIL rischia un calo sistemico del 10% con picchi di insolvenza del 30%. La probabilità di default è già aumentata dell’8% e continuerà a crescere, mettendo a rischio l’intero sistema produttivo e finanziario".

Impatta4Equity inizia il suo percorso con due progetti. Il primo progetto è una piattaforma blockchain che certifica l'abbattimento della CO2 legata alla mobilità sostenibile delle imprese, realizzata in collaborazione con il leader di mercato del fleet management - Fleet Support - e con il network europeo dei Mobility Manager AIAGA FMFE. Il secondo progetto è sulle Comunità Energetiche che nei prossimi anni consentiranno al Paese di trasformare i consumatori di energia in prosumer (produttori-consumatori) con incentivi ventennali da parte dell’Europa. Il gruppo di lavoro ha sviluppato competenze di alto profilo su questi temi ed è pronto a partire su numerosi cantieri sul territorio nazionale, in partnership con l’Istituto per il Credito Sportivo e la FEDERESCO.







Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.