Facebook Pixel
Lunedì 28 Novembre 2022, ore 15.51
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Decreto carburanti, taglio accise 30 centesimi prorogato a 17 ottobre

Economia ·
(Teleborsa) - Il Ministro dell'Economia e delle Finanze, Daniele Franco, e il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, hanno firmato il Decreto Interministeriale che proroga fino al 17 ottobre le misure attualmente in vigore per ridurre il prezzo finale dei carburanti. "Si estende così fino a tale data il taglio di 30 centesimi al litro per benzina, diesel, gpl e metano per autotrazione", si legge nella nota congiunta dei ministeri.

L'annuncio è stato accolto con dure critiche dalle associazioni di tutale dei consumatori, che considerano insufficiente prorogare la misura per un periodo così limitato. "Troppa grazia! L'estensione dal 5 ottobre al 17 ottobre del taglio delle accise, appena 12 giorni, meno di due settimane, non accoglie nemmeno la nostra richiesta fatta il 31 agosto di prorogare il provvedimento almeno fino a fine ottobre, visto che prima di allora non avremo certo un nuovo Esecutivo", afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

"Ma il problema vero è che, dopo la decisione irresponsabile dei Paesi OPEC+ del 5 settembre di tagliare ad ottobre la produzione di petrolio di 100.000 barili al giorno, la riduzione delle accise di 25 centesimi è decisamente inadeguata", aggiunge Dona.



Secondo Assoutenti, il Governo deve studiare soluzioni strutturali e sul lungo periodo. "Ci sembra francamente poco - commenta il presidente Furio Truzzi - Il taglio delle accise è una misura oramai superata e non più adatta ad affrontare l'emergenza prezzi in Italia, soprattutto alla luce della nuova risalita di benzina e gasolio alla pompa. La questione carburanti va affrontata in modo serio, attraverso interventi strutturali sulla definizione dei prezzi e una lotta serrata alle speculazioni, in modo da consentire riduzioni dei listini sul lungo periodo".

"Ci auguriamo che il prossimo Governo sappia trattare il tema carburanti in modo più incisivo, e ricordiamo che la crescita dei listini di benzina e gasolio ha effetti diretti sull'inflazione e sull'economia, determinando il rialzo dei prezzi di tutti i prodotti trasportati", conclude Truzzi.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.