Facebook Pixel
Mercoledì 8 Febbraio 2023, ore 15.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Flat Tax a 85mila euro: si attende ok da UE

Direttiva permette rialzo tetto ma solo dal 2025

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Confermato l'innalzamento della soglia della flat tax da 65.000 euro a 85.000 euro, a partire dal periodo d'imposta 2023, ma tale incremento "è subordinato al rilascio di una specifica misura di deroga da parte delle competenti autorità europee. Tale richiesta, presentata il 4 novembre, è attualmente al vaglio delle competenti autorità europee". E' quanto si legge nella relazione illustrativa dell'ultima bozza della manovra.




Una direttiva Ue prevede già la possibilità di alzare il tetto a 85.000 euro ma solo a partire dal 2025. L'Italia chiede dunque l'autorizzazione ad anticipare.

Nel testo si legge che la flat tax incrementale, del 15% per autonomi e partite Iva sugli incrementi di utile fino a 40mila
euro
rispetto ai maggiori utili registrati nella media dei tre anni precedenti è al momento prevista solo per il 2023.

"Per il solo anno 2023", viene spiegato nell'ultima bozza - "i contribuenti persone fisiche esercenti attività d'impresa, arti o professioni possono applicare, in luogo delle aliquote per scaglioni" Irpef "un'imposta sostitutiva dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e relative addizionali calcolata con un'aliquota del 15 per cento su una base imponibile, comunque non superiore a 40.000 euro, pari alla differenza tra il reddito d'impresa e di lavoro autonomo determinato nel 2023 e il reddito d'impresa e di lavoro autonomo, d'importo più elevato, dichiarato negli anni dal 2020 al 2022, decurtata di un importo pari al 5 per cento di quest'ultimo ammontare".

Tra le novità in bozza, sale da 30 a 60 euro
il limite minimo per il quale agli esercenti non verranno comminate sanzioni nel caso di mancato utilizzo del Pos per i pagamenti. Le sanzioni previste, infatti, si applicheranno esclusivamente in caso di mancata accettazione da parte di soggetti che effettuano attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, di pagamenti, a mezzo di carta di pagamento (carta di debito, carta di credito e carte prepagate), di importo superiore a 60 euro.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.