Facebook Pixel
Sabato 24 Febbraio 2024, ore 07.16
Azioni Milano
09 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

CdM approva "pacchetto sicurezza" e decreti su riforma tributaria: le novità

Dalla repressione delle rivolte in carcere alla tutela degli anziani, passando per la tutela e valorizzazione delle forze dell'ordine: sono solo alcune delle misure contenute nele pacchetto

Economia ·
(Teleborsa) - Il Consiglio dei ministri ha dato il via libero oggi al cosiddetto "pacchetto sicurezza", ovvero ad una serie di misure per tutelare e valorizzare le forze dell'ordine, compreso l'uso delle risorse stanziate in Manovra per l'adeguamento del contratto, e poi nporme per punire le rivolte nelle carceri, per contrastare le occupazioni abusive con procedure "lampo" per gli sfratti, norme contro i blocchi stradali, norme per tutelare gli anziani da possibili truffe e norme anti-borseggio ed anti-accattonaggio dei minori. Viene poi introdotto il reato di detenzione di materiale con finalità di terrorismo.

"Orgogliosa dell'importante 'pacchetto sicurezza' approvato oggi in Consiglio dei Ministri", ha commentato la presidente del Consiglio Giorgia Meloni su Faceboook, elencando i punti chiave del provvedimento.

Ne pacchetto sicurezza rientra una norma repressiva contro le rivolte in carcere e nei Cpr - ha sottolineato il Ministro Piantedosi ricordando gli episodi di violenza avvenuti nei centri per i migranti - con una pena fino a 6 anni di reclusione per chi organissa o partecipa n ad una rivolta in carcere.


Contenuta in uno dei disegni di legge sulla sicurezza anche un'aggravante per chi truffa gli anziani. In quest'ultimo caso, la pena, secondo quanto si legge in una bozza del provvedimento, innalza la reclusione prevista dagli attuali 1-5 anni a 2-6 anni, con l'introduzione di una multa da 700 a 3.000 euro, consentendo così l'applicazione della misura cautelare in carcere. Bozza ddl, rinvio pena facoltativo per donne incinte.

Fra le norme del ddl sicurezza è previsto che diventi “facoltativo” il rinvio della pena per le donne incinte e le madri con figli fino al compimento di un anno d'età, che sino ad ora era obbligatorio, con pena da scontare presso gli istituti a custodia attenuata e non in carcere. La norma - ha spiegato il Ministro Piantedosi - si propone di evitare "il fenomeno dell'uso della condizione di maternità come esimente in caso di commissione di reato: si pensi ai casi delle borseggiatrici nelle infrastrutture di trasporto".

Oltre al pacchetto sicurezza, il CdM ha approvato due decreti legislativi attuativi della riforma fiscale, che riguardano il processo tributario ed il cosiddetto adempimento collaborativo.

Fra le principali novità del decreto delegato c'è la la riforma del contenzioso tributario che comprende l'informatizzazione e digitalizzazione degli atti processuali, l'udienza da remoto, il potenziamento della conciliazione esteso anche alle controversie pendenti in Cassazione, la semplificazione e accelerazione del processo."Obiettivo del Pnrr è smaltire il contenzioso pendente davanti alla giustizia tributaria", ha spiegato il viceministro Leo, ricordando xche e in Italia vi sono 42mila controversie pendenti in Cassazione.

Il secondo decreto legislativo sulla riforma tributaria riguarda il regime di adempimento collaborativo. In pratica, viene estesa la possibilità di aderire al cosiddetto "adempimento collaborativo", che prevede un affiancamento dell'Agenzia delle Entrate e una maggiore certezza sui pagamenti e sui controlli. La soglia per aderire a questo regime scenderà progressivamente da 1 miliardi a 750 milioni nel biennio 2024-25 ed a 500 milioni nel biennio 2026-27, per arrivare a 100 milioni di euro nal 2028.

Via libera alla Rc auto anche per veicoli elettrici leggeri'
Il Consiglio dei Ministri ha infine dato il via libera al decreto legislativo che recepisce la direttiva europea in materia di Rc Auto dei veicoli elettrici leggeri, che verranno individuati con apposito decreto interministeriale del Mimit e del Mit di concerto con il ministero dell'Interno.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.