Facebook Pixel
Milano 21-giu
0 0,00%
Nasdaq 21-giu
19.700,43 -0,26%
Dow Jones 21-giu
39.150,33 +0,04%
Londra 21-giu
8.237,72 -0,42%
Francoforte 21-giu
18.163,52 -0,50%

Agricoltori, la mossa di Giorgetti: al vaglio esenzione Irpef

Economia
Agricoltori, la mossa di Giorgetti: al vaglio esenzione Irpef
(Teleborsa) - "E' in corso di valutazione l'intervento in materia di esenzione dell'Irpef per gli imprenditori agricoli che necessitano di un effettivo sostegno, eventualmente prevedendo specifiche franchigie". "Tale misura, quindi potrà essere, inserita nel primo veicolo normativo utile - che potrebbe essere anche il decreto legge Milleproroghe attualmente all'esame della Camera". Lo ha detto il ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti ieri rispondendo in question time al Senato.

Confagricoltura auspica che le parole del ministro Giorgetti, intervenuto durante il Question Time in Senato, si trasformino “in un effettivo sostegno e in una misura che potrà essere inserita nel Decreto Legge Milleproroghe, attualmente in discussione alla Camera dei deputati”.


L’esonero Irperf per redditi agrari e dominicali, spiega Confagricoltura, è stato un sostegno consolidato dal 2017, e ha garantito agli agricoltori italiani un elemento di competitività. “La reintroduzione rappresenta infatti un costo per le aziende agricole, che si aggiunge all’aumento delle altre voci di spesa già gravose: energia, fertilizzanti, oneri previdenziali, trasporti. E viene inficiata la capacità di nuovi investimenti del sistema agricolo italiano”, precisa la confederazione. Dal primo momento, Confagricoltura ha mirato a correttivi delle disposizioni. A tal proposito, la Confederazione “apprezza quanto sinora svolto dalle forze parlamentari, anche nella compattezza dimostrata nel presentare emendamenti d’interesse nel c.d. DL Milleproroghe”.
-

Intanto, non si ferma la protesta dei trattori: Riscatto agricolo ha deciso di annullare la manifestazione in programma domani in piazza S.Giovanni a Roma, affidando ad una nota i motivi della decisione.

"Si ritiene di non procedere con la manifestazione in programma, ma di portare solo una delegazione di 10 trattori a San Giovanni, a simbolo della protesta", spiega il movimento, "Tutti i manifestanti con i loro mezzi agricoli resteranno a sensibilizzare l'opinione pubblica, rimanendo ai presidi, il tutto per non incrinare ulteriormente il grande appoggio sino ad oggi avuto da tutti i cittadini italiani, che già da molti giorni stanno sostenendo ed incitando la resistenza degli agricoltori, nonostante i tanti giorni di disagi che le manifestazioni hanno portato nelle strade italiane". Agricoltori che, almeno per ora, non dovrebbero salire sul palco dell'Ariston stasera come era stato ipotizzato. Amadeus, conduttore e direttore artistico del 74esimo Festival della Canzone italiana, leggerà un comunicato degli agricoltori che stanno protestando in tutta Italia, e all'estero, contro le politiche di settore dell'Unione europea. Per il movimento però "far salire sul palco una delegazione di agricoltori è "l'unica soluzione accettabile per dare il giusto significato alla grave crisi che l'agricoltura sta vivendo, viste le accorate manifestazioni che da settimane stanno colpendo l'Europa intera e l'Italia da nord a sud".

Agricoltori che spingono per incontrare il Ministro Lollobrigida, in caso contrario sono pronti ad allargare il fronte delle proteste. "Le delegazioni degli agricoltori io le ho già incontrate e stiamo incontrando associazioni". Tutte le associazioni in Italia hanno con il governo un "rapporto dialettico". "Io non ho il problema di incontrare, quando penso che siano brave persone, ho incontrato tante delegazioni, o singoli o gruppi", dice Lollobrigida. ..
Condividi
```