Facebook Pixel
Milano 17:35
33.609,85 -2,18%
Nasdaq 17:54
19.567,37 +0,52%
Dow Jones 17:54
38.479,1 -0,60%
Londra 17:35
8.163,67 -0,63%
Francoforte 17:35
18.265,68 -1,96%

Entra in vigore l’accordo commerciale UE-Nuova Zelanda

In arrivo nuove opportunità per gli esportatori dell’UE

Economia
Entra in vigore l’accordo commerciale UE-Nuova Zelanda
(Teleborsa) - Le imprese, i produttori e gli agricoltori dell’UE possono ora sfruttare una serie di nuove opportunità di esportazione con l’entrata in vigore dell’accordo commerciale UE-Nuova Zelanda. Si prevede che l’accordo ridurrà di 140 milioni di euro l’anno i dazi per le imprese dell’UE.

Grazie a questo accordo, si prevede che il commercio UE-Nuova Zelanda crescerà fino al 30% entro un decennio, con le esportazioni dell’UE potenzialmente in crescita fino a 4,5 miliardi di euro all’anno. Gli investimenti dell’UE in Nuova Zelanda hanno il potenziale di crescere fino all’80%. Questo storico accordo prevede anche impegni di sostenibilità senza precedenti, tra cui il rispetto dell’Accordo di Parigi sul clima e i diritti fondamentali del lavoro.

Gli agricoltori dell’UE trarranno vantaggio dall’eliminazione dei dazi sulle principali esportazioni dell’UE come carne suina, vino e spumante, cioccolato, dolciumi e biscotti. Inoltre, l’accordo protegge l’elenco completo dei vini e degli alcolici dell’UE (quasi 2.000 nomi), come Prosecco e Champagne, nonché 163 dei più rinomati prodotti tradizionali dell’UE (indicazioni geografiche), come il formaggio Feta, il prosciutto Istarski pršut e marzapane di Lubecca. Nel frattempo, i prodotti agricoli sensibili dell’UE come carne bovina, carne ovina e prodotti lattiero-caseari sono protetti con contingenti tariffari attentamente studiati.

Le imprese dell’UE possono ora usufruire di vantaggi quali: dazi zero sulle esportazioni dell’UE verso la Nuova Zelanda, un mercato dei servizi neozelandese più aperto in settori chiave come i servizi finanziari, le telecomunicazioni, il trasporto marittimo e i servizi di consegna, trattamento non discriminatorio degli investitori europei in Nuova Zelanda, migliore accesso per le imprese dell'UE agli appalti pubblici neozelandesi per beni, servizi, lavori e concessioni di lavori, un capitolo dedicato per aiutare le esportazioni delle piccole imprese e requisiti e procedure di conformità significativamente ridotti.

I negoziati per un accordo commerciale con la Nuova Zelanda sono iniziati nel giugno 2018 e si sono conclusi il 30 giugno 2022, quando l’accordo è stato annunciato dalla presidente von der Leyen e dall’allora primo ministro neozelandese Ardern. L'accordo è stato firmato da entrambe le parti il ??9 luglio 2023. Il Parlamento europeo lo ha adottato il 22 novembre 2023, seguito dall'adozione di una decisione per concludere l'accordo da parte del Consiglio il 27 novembre 2023. La Nuova Zelanda ha completato la procedura di ratifica il 25 marzo 2024.

Condividi
```