Facebook Pixel
Milano 19-giu
0 0,00%
Nasdaq 18-giu
19.908,86 0,00%
Dow Jones 18-giu
38.834,86 +0,15%
Londra 19-giu
8.205,11 +0,17%
Francoforte 19-giu
18.067,91 -0,35%

MEF annuncia emissione nuovo BTP Green scadenza 2037

Finanza
MEF annuncia emissione nuovo BTP Green scadenza 2037
(Teleborsa) - Il MEF comunica di aver affidato a un pool di banche - BNP Paribas, Crédit Agricole Corp. Inv. Bank, Deutsche Bank A.G., NatWest Markets N.V. e UniCredit S.p.A - il mandato per il collocamento di un nuovo BTP Green scadenza 30 ottobre 2037.

I BTP Green sono titoli di Stato italiani i cui proventi sono destinati al finanziamento di iniziative a del bilancio dello Stato (incentivi fiscali e spese) con ricadute ambientalmente sostenibili. Il relativo “Quadro di riferimento per l’emissione dei titoli di Stato Green” è stato pubblicato il 25 febbraio 2021 e definisce le categorie ambientali finanziate, in coerenza sia con i 6 obiettivi ambientali delineati dalla Tassonomia Europea delle attività sostenibili che con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS delle Nazioni Unite).

Le dimensioni del portafoglio di spese a cui attingere per tutte le emissioni del 2024, inclusive anche della riapertura in asta del BTP Green 2031 nel marzo 2024, si collocano in un range compreso tra 11,5 e 13,5 miliardi di euro, con una ripartizione indicativa tra le 6 categorie contemplate nel Quadro di riferimento come sotto evidenziato.

La ripartizione indicativa comprende: Fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica e termica (circa 1%), Efficienza energetica (8% - 53%), Trasporti (27% - 33%), Prevenzione e controllo dell’inquinamento ed economia circolare (7,5% - 8,5%), Tutela dell’ambiente e della diversità biologica (6,5% - 8,5%), Ricerca (4% - 5%).

Per quel che concerne l’orizzonte temporale, il periodo considerato è rappresentato dal quadriennio comprensivo dell’anno in corso e dei tre anni precedenti, ma il peso relativo è per la maggior parte concentrato su spese sostenute nel corso del 2023 e 2024, con una distribuzione indicativa illustrata nella seguente tabella: 0,4% nel 2021,
3,5% - 4,5% nel 2022, 42%- 46% nel 2023 e 44%-48% nel 2024.


Condividi
```