Facebook Pixel
Milano 9:02
34.207 -0,77%
Nasdaq 24-lug
19.032 0,00%
Dow Jones 24-lug
39.854 -1,25%
Londra 9:02
8.106 -0,58%
Francoforte 24-lug
18.387 0,00%

Petrolio, prezzi in calo: pesano timori domanda debole su attese tassi Fed

Funzionari della Federal Reserve statunitense hanno detto che attenderanno ulteriori segnali di rallentamento dell'inflazione prima di prendere in considerazione tagli dei tassi di interesse

Energia, Finanza
Petrolio, prezzi in calo: pesano timori domanda debole su attese tassi Fed
(Teleborsa) - Si muovono al ribasso i future sugli indici petroliferi penalizzati dalle aspettative degli analisti di tassi di interesse statunitensi più alti ancora a lungo, a fronte di una inflazione persistente, che deprimeranno la domanda dei consumatori e dell'industria.

Frattanto il Brent scivola dell'1,42% a 82,51 dollari il barile mentre il West Texas intermediate (WTI) cala dell'1,59% a 78,03 dollari.

Funzionari della Federal Reserve statunitense hanno detto che attenderanno ulteriori segnali di rallentamento dell'inflazione prima di prendere in considerazione tagli dei tassi di interesse.

La Fed ritiene "incoraggianti" i dati che indicano un raffreddamento delle pressioni inflazionistiche, ma "è ancora troppo presto per affermare che il processo disinflazionistico è duraturo": E' quanto ha affermato il vicepresidente della Fed Philip Jefferson, intervenendo ad un evento a New York, e confermato anche da altri esponenti della banca centrale USA. Questo implica che il primo taglio dei tassi potrebbe slittare a settembre e che quest'anno ve ne saranno al massimo due.

I mercati, ora in attesa delle minutes del FOMC domani, accolgono con un certo malumore le conferme di un possibile slittamento del taglio dei tassi USA a settembre ed anche oltre.





(Foto: © Aleksandr Prokopenko / 123RF)
Condividi
```