Facebook Pixel
Milano 17:35
33.315,68 +1,24%
Nasdaq 21:14
19.902,86 0,00%
Dow Jones 21:14
38.768,8 -0,02%
Londra 17:35
8.191,29 +0,60%
Francoforte 17:35
18.131,97 +0,35%

Intesa, Morningstar DBRS conferma rating "BBB" con trend stabile

Banche, Finanza, Rating
Intesa, Morningstar DBRS conferma rating "BBB" con trend stabile
(Teleborsa) - Morningstar DBRS ha confermato i rating creditizi di Intesa Sanpaolo, inclusi il Long-Term Issuer Rating a "BBB (high)" e il Short-Term Issuer Rating a "R-1 (low)". Il trend su tutti i rating è Stabile.

La conferma dei rating creditizi di ISP e del trend Stabile tiene conto del fatto che la Banca è leader nel settore bancario commerciale e retail in Italia, supportata dal suo modello di business diversificato e dal solido profilo reddituale. Inoltre, Morningstar DBRS considera il solido profilo di finanziamento della Banca, la sua solida posizione patrimoniale e redditività, derivanti da una combinazione di solida efficienza operativa, costo del rischio contenuto e forte aumento dei ricavi in un contesto di tassi di interesse più elevati che hanno incrementato il margine di interesse netto (NII) nel 2023 e Q1 2024.

Anche se Morningstar DBRS prevede che NII si normalizzerà in futuro poiché si prevedono tassi di interesse più bassi, i ricavi dovrebbero comunque essere sostenuti, poiché Morningstar DBRS prevede anche che Intesa Sanpaolo continuerà a beneficiare di commissioni sulla scia dei suoi alti grado di diversificazione del business. Secondo Morningstar DBRS, ciò fornisce alla Banca la flessibilità necessaria per assorbire un potenziale deterioramento del costo del rischio che potrebbe materializzarsi nel contesto attuale, con inflazione e tassi di interesse più elevati che potrebbero avere un impatto sui mutuatari.

I rating di credito incorporano anche il significativo miglioramento che ISP ha ottenuto con il suo profilo di rischio negli ultimi anni, nonostante l'esposizione della Banca alla Russia, che è scesa a un livello nel primo trimestre del 2024 da cui un potenziale ulteriore impatto diretto sarebbe trascurabile. I parametri relativi alla qualità degli asset sono ora in linea con quelli europei, che secondo Morningstar DBRS dovrebbero fornire spazio per assorbire il potenziale deterioramento della qualità degli asset.

Condividi
```