Domenica 20 Giugno 2021, ore 04.46
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Con il No-Oil, è tutto da rifare

Dopo il carbone, il petrolio ed Internet, è la quarta Rivoluzione industriale

Guido Salerno Aletta
Guido Salerno Aletta
Editorialista dell'Agenzia Teleborsa
1 2 3 4 5 »

L'America non ha scelta: se vuole battere la sfida della Cina e la concorrenza dell'Europa, deve cambiare ancora una volta i paradigmi della produzione ed i parametri di convenienza nella raccolta e nell'impiego dei capitali. Puntando, naturalmente, a riprendere la supremazia geopolitica globale, compromessa da decenni di guerre che l'hanno sfiancata economicamente.

Donald Trump, ritirando gli Usa dall'Accordo di Parigi sul Clima e con le sue battaglie commerciali tutte incentrate sui dazi, si era chiuso in un mondo senza futuro. Anche il suo slogan "Make America Great Again" riproponeva un modello produttivo e di competizione globale in cui l'America chiedeva un impossibile ritorno al passato, diversamente da Reagan che aveva squadernato il mondo imponendo nuovi paradigmi tecnologici e di competizione.

La chiave di tutto è la Green Economy.



Dietro la sfida della decarbonizzazione dell'economia, dietro l'abbandono dei combustibili fossili, carbone, petrolio e gas, per passare alle forme di produzione di energia pulita c'è il solito vento che soffia dalla costa americana del Pacifico.
1 2 3 4 5 »
Altri Editoriali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.