Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 6 Aprile 2020, ore 04.20
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Amazon, Bezos denuncia tentativo di estorsione

Il CEO del colosso dell'e-commerce, accusa la proprietà del tabloid National Enquirer, vicina al Presidente Trump

Finanza ·
(Teleborsa) - Jeff Bezos, fondatore e Ceo di Amazon, nonché editore del Washington Post, ha denunciato di essere stato oggetto di "ricatto" e di un "tentativo di estorsione" da parte del National Enquirer, il tabloid scandalistico controllato dalla American Media Inc (Ami) di proprietà di David Pecker, molto vicino a Donald Trump.

Bezos fornisce le prove attraverso un lungo post, linkato su Twitter. Vengono pubblicate e-mail in cui si minaccia la diffusione di foto hot di lui e della sua fidanzata Lauren Sanchez, ex giornalista televisiva.

Bezos attacca Trump - Il Ceo fa nome e cognome - "La mia proprietà del Washington Post è una cosa molto complicata. E' inevitabile - scrive - che certe persone potenti che sono oggetto della copertura del giornale pensino che io sono un loro nemico. E il presidente Trump è una di queste persone, come appare ovvio dai suoi tanti tweet".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.