Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 17 Ottobre 2019, ore 23.28
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola, superamento prove concorsuali è titolo per esercizio professione

ANIEF ricorrerà in tribunale per dimostrare come chi supera un concorso è idoneo per esercitare professione docente o dirigente

Economia, Scuola ·
(Teleborsa) - Nuova querelle sui concorsi della scuola. Secondo ANIEF, superare prove concorsuali equivale ad avere tutte le carte in regola per esercitare la professione di docente o dirigente.

Il Ministro Bussetti, con il concorso a dirigenti scolastici 2018, riservato ai soli posti banditi maggiorati del 10%, ha trasformato questi ultimi in vincitori, lasciando 520 idonei nelle graduatorie di merito, ma soltanto per coprire le eventuali rinunce.

Il sindacato della scuola ANIEF ha annunciato che ricorrerà in tribunale per dimostrare come chi supera un concorso è idoneo ad esercitare la nuova professione, sia come docente che come dirigente.

Il Presidente dell'ANIEF Marcello Pacifico ha commentato: "Tutti i docenti risultati idonei al concorso per DS, clamorosamente esclusi, vanno assolutamente inseriti nella graduatoria di merito. Hanno dimostrato di poter assolvere al compito di dirigere un istituto scolastico, hanno maturato questo diritto".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.