Venerdì 25 Settembre 2020, ore 06.33
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Coronavirus in Italia, contagi in lieve aumento. Alert OMS su ottobre-novembre

Test all'ingresso in Sardegna, Governo impugna l'ordinanza

Economia, Salute e benessere ·
(Teleborsa) - Nove morti e 1229 nuovi positivi. Questi i dati del bollettino di oggi, martedì 15 settembre, diffusi dal Ministero della Salute sull'epidemia di coronavirus in Italia.

Il numero totale delle vittime dall'inizio dell'epidemia è di 35.633, quello dei guariti 214.645. Nelle ultime 24 ore sono stati fatti 80.517 tamponi. Sale lievemente - da 197 a 201- il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva. Sono 39.712 gli attualmente positivi nel nostro Paese.

Intanto l'Avvocatura dello Stato ha depositato l'atto di impugnazione dell'ordinanza della Regione Sardegna, in vigore da ieri, che prevede test obbligatori per i passeggeri in entrata che non si siano presentati all'imbarco con una certificazione di negatività al Covid-19. Lo apprende l'Ansa da fonti del PD. Il mancato rispetto dell'articolo 16 sulla libera circolazione delle persone è la ragione fondamentale del ricorso depositato al Tar della Sardegna.

Scuola, le linee di indirizzo del 118 - Un caso sospetto di Coronavirus a scuola impone la chiamata immediata alla centrale operativa del 118, il triage telefonico, l'invio di un mezzo di soccorso dedicato e il test rapido. In classe durante le lezioni gli studenti si proteggeranno con la visiera para-droplets e indosseranno la mascherina solo quando il distanziamento sarà impossibile. Sono alcuni dei punti previsti dalle Linee di indirizzo del Sistema 118 sul contrasto alla Covid-19 nella scuola che vengono poste all'attenzione del Presidente del Consiglio e dei Ministri della Salute e dell'Istruzione in base alla visione strategica maturata sul campo, in ambito specifico extraospedaliero.

Nelle scorse ore, intanto, è arrivato il monito dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. "L'Europa vedrà un aumento dei decessi provocati dal coronavirus nei mesi di ottobre e novembre: lo ha detto all'agenzia di stampa Afp il Direttore per l'Europa dell'OMS, Hans Kluge.

"Diventerà più difficile. In ottobre e novembre vedremo una maggiore mortalità", ha sottolineato Kluge spiegando che i decessi aumenteranno a causa dell'attuale incremento dei casi di contagio.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.