Martedì 24 Novembre 2020, ore 23.52
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mattarella ha firmato il ddl Bilancio. Si lavora al decreto ristori ter

Il disegno di legge è stato presentato alla Camera dei Deputati, dove inizierà l'iter per l'approvazione

Economia ·
(Teleborsa) - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nella serata di ieri ha firmato il disegno di legge di Bilancio, che è stato quindi presentato alla Camera, dove inizierà l'iter per l'esame e l'approvazione. La legge di Bilancio era stata bollinata, nel pomeriggio, dalla Ragioneria generale dello Stato. La manovra, che si compone di 229 articoli, vale 38 miliardi ed è per buona parte in deficit. Sarà la prima legge di bilancio ad essere coperte dai fondi europei del Recovery Fund, che arriveranno però a partire dal 2021.



Proprio per questo, la versione finale del disegno di legge include un Fondo presso il Mef per anticipare le risorse del Recovery fund. La dotazione è di 34,775 miliardi per il 2021, 41,3 miliardi per il 2022 e 44,573 miliardi per il 2023: in totale nel triennio 120,648 miliardi. Le risorse del Fondo sono versate su due appositi conti correnti infruttiferi aperti presso la tesoreria centrale dello Stato.

I grandi capitoli di spesa della manovra sono i 3 miliardi per l'assegno unico, i 5 miliardi per il rifinanziamento della Cig Covid e i 4 miliardi al fondo per i ristori delle attività più colpite dalla pandemia. Il provvedimento ha anche previsto la proroga fino al 31 marzo per il divieto di licenziamento, che rimborsi cash-back per chi paga con carte e bancomat saranno esentasse, 2 miliardi in più nel 2021 per il fondo per l'edilizia sanitaria, 400 milioni per il fondo del ministero della Salute per l'acquisto dei vaccini e dei farmaci anti Covid-19 e il rinnovo del credito d'imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo al Sud, tra le altre cose.

Nel frattempo, il Governo è al lavoro per il Decreto Ristori ter, che potrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri già giovedì e venerdì. In questo proveddimento, che dovrebbe valere oltre 1 miliardo, ci saranno risarcimenti alle aziende delle aree diventate rosse negli ultimi giorni e l'allargamento dei codici Ateco inclusi. La misura potrebbe non essere finanziata in deficit, perchè potrebbero essere usate risorse già stanziate quest'anno ma non impegnate su altre misure anti Covid.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.