Giovedì 26 Novembre 2020, ore 21.41
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Terna, in piano al 2025 investimenti accelerano a 8,9 miliardi

Ricavi ed Ebitda in crescita di oltre il 4% annuo

Energia, Finanza ·
(Teleborsa) - Il Piano 2021-2025 di Terna prevede ricavi di Gruppo nel 2025 in crescita a 3,04 miliardi di euro ed un Ebitda a 2,21 miliardi di euro, con una crescita media annua (Cagr) nell'arco di Piano di entrambi gli indicatori di oltre il 4 per cento. Nel 2021, in particolare, è previsto che i ricavi crescano a 2,57 miliardi di euro e l’Ebitda a 1,84 miliardi di euro.



Previsto in miglioramento anche l’utile netto di Gruppo che porterà a un utile per azione (EPS) di 39 centesimi di euro nel 2021 e di 49 centesimi nel 2025, con una crescita media annua nell’arco di Piano di oltre il 5%.

Per quanto riguarda la politica dei dividendi, dal 2021 al 2023 si prevede un CAGR del dividendo per azione (DPS) pari all’8%, rispetto al dividendo di competenza dell’esercizio 2020. Per gli anni 2024 e 2025 si prevede un payout del 75%, con un dividendo minimo comunque garantito pari al dividendo di competenza dell’esercizio 2023.

Il piano "punta a confermare e rafforzare il ruolo centrale di Terna quale regista e abilitatore del sistema energetico italiano e della transizione energetica per consentire al nostro Paese di raggiungere gli obiettivi della riduzione del 55% delle emissioni al 2030 e per arrivare a zero emissioni al 2050".

Per raggiungere gli obiettivi nazionali e, allo stesso tempo, dare un contributo decisivo al rilancio dell'economia post-Covid, Terna ha deciso di imprimere una accelerazione agli investimenti nelle attività regolate in Italia, che nell'arco di Piano ammonteranno a 8,9 miliardi di euro, "il livello più alto mai previsto da Terna per il nostro Paese", in crescita del 22% rispetto al piano precedente presentato lo scorso marzo. In base ai criteri della Tassonomia Europea in corso di definizione, il 95% di questi impieghi sono per loro natura sostenibili. Le attività di sviluppo saranno focalizzate lungo tre direttrici strategiche: Attività regolate Italia, Attività non regolate e Internazionale ed è previsto che gli investimenti complessivi di Gruppo nel periodo 2021-2025 siano pari a 9,2 miliardi di euro, di cui 1,4 miliardi nel 2021.

"Attraverso questo Piano Industriale vogliamo rafforzare il fondamentale ruolo di Terna non solo per il sistema elettrico nazionale, ma per tutto il nostro Paese, con uno sguardo al contesto mediterraneo di cui l’Italia è il naturale hub energetico” - ha dichiarato Stefano Donnarumma, Amministratore Delegato di Terna -. "Gli investimenti che metteremo in campo nei prossimi cinque anni rappresentano un formidabile volano per la ripresa e porteranno benefici a tutti gli italiani: è fondamentale agire oggi per consegnare alle prossime generazioni un sistema elettrico sempre più affidabile, efficiente e decarbonizzato. L’Italia ha delle opportunità eccezionali: Terna, regista e guida del sistema elettrico, vuole renderle possibili”.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.