Facebook Pixel
Milano 17:35
33.315,68 +1,24%
Nasdaq 20:46
19.895,2 -0,04%
Dow Jones 20:46
38.801,09 +0,06%
Londra 17:35
8.191,29 +0,60%
Francoforte 17:35
18.131,97 +0,35%

Benzinai, Lollobrigida: trasparenza senza danneggiare operatori

Economia
Benzinai, Lollobrigida: trasparenza senza danneggiare operatori
(Teleborsa) - "Vogliamo puntare sulla trasparenza, senza limitare chi opera nel mondo produttivo e per questo vogliamo trovare delle soluzioni insieme" ai benzinai.



Lo ha detto il ministro dell'Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste Francesco Lollobrigida, intervenuto al programma Controcorrente su Retequattro, a proposito dello sciopero dei gestori delle pompe, che è stato parzialmente revocato. "L'intervento sulle accise - ha aggiunto Lollobrigida - non era sostenibile per un Paese che vuole puntare sulla crescita".

Dopo che Faib aveva ridotto la serrata ad un solo giorno, lo sciopero si infatti fermato a metà strada anche per i gestori di Fegica e di Figisc-Anisa Confcommercio. E' stato fatto "per gli automobilisti, non certo per il governo" hanno spiegato le due sigle sostenendo che "uno degli obiettivi fondamentali, vale a dire ristabilire la verità dopo le accuse false e scomposte verso una categoria di lavoratori, è stato abbondantemente raggiunto. I cittadini italiani hanno capito" che il Governo, "ha incautamente scaricato sui gestori la responsabilità dell'aumento dell'accisa e li ha indicati come i veri speculatori", ha ribadito in mattinata Roberto Di Vincenzo, presidente della Fegica.

La chiusura dei distributori, secondo i dati diffusi dalle tre organizzazioni - anche la Faib Confesercenti - ha visto un'adesione dell'80-90% al netto delle precettazioni, dei gestori diretti e qualche pompa bianca, pari a 12-13mila impianti sui 22mila totali.

Condividi
```