Facebook Pixel
Milano 24-apr
34.271,12 -0,27%
Nasdaq 24-apr
17.526,8 +0,32%
Dow Jones 24-apr
38.460,92 -0,11%
Londra 24-apr
8.040,38 -0,06%
Francoforte 24-apr
18.088,7 -0,27%

Cambiamenti climatici, BCE intensifica gli sforzi su transizione verde, clima e rischi ambientali

Economia
Cambiamenti climatici, BCE intensifica gli sforzi su transizione verde, clima e rischi ambientali
(Teleborsa) - La Banca Centrale Europea (BCE) ha deciso di ampliare il proprio lavoro sul cambiamento climatico, identificando tre aree di interesse che guideranno le sue attività nel 2024 e nel 2025. Saranno l'impatto e i rischi della transizione verso un'economia verde – in particolare i costi di transizione associati e le esigenze di investimento – il crescente impatto fisico dei cambiamenti climatici e il modo in cui le misure di adattamento a un mondo più caldo influenzano l’economia e i rischi derivanti dalla perdita e dal degrado della natura, come interagiscono con i rischi legati al clima e come potrebbero influenzare il lavoro della BCE attraverso il loro impatto sull’economia e sul sistema finanziario.

“Un clima più caldo e il degrado del capitale naturale stanno imponendo un cambiamento nella nostra economia e nel nostro sistema finanziario. Dobbiamo comprendere e tenere il passo con questo cambiamento per continuare a svolgere il nostro mandato – ha affermato la presidente della BCE Christine Lagarde –. Ampliando e intensificando i nostri sforzi possiamo comprendere meglio le implicazioni di questi cambiamenti e, così facendo, contribuire a sostenere la stabilità e sostenere la transizione verde dell’economia e del sistema finanziario”.

Sulla transizione verso un’economia verde, la BCE intensificherà il suo lavoro sugli effetti dei finanziamenti per la transizione, sulle esigenze di investimenti verdi, sui piani di transizione e su come la transizione verde incide su aspetti della nostra economia come il lavoro, la produttività e la crescita. I risultati informeranno anche il quadro di modellizzazione macro della BCE. Inoltre, la BCE esplorerà, nell’ambito del suo mandato, la necessità di ulteriori modifiche ai suoi strumenti e portafogli di politica monetaria in vista di questa transizione.

Sul crescente impatto fisico dei cambiamenti climatici , la BCE approfondirà l’analisi dell’impatto degli eventi meteorologici estremi sull’inflazione e sul sistema finanziario, e su come questo possa essere integrato negli scenari climatici e nelle proiezioni macroeconomiche. Valuterà inoltre il potenziale impatto dell’adattamento, o della mancanza di esso, ai cambiamenti climatici sull’economia e sul settore finanziario, comprese le relative esigenze di investimento e il divario di protezione assicurativa.

Sulla perdita e sul degrado della natura, la BCE analizzerà lo stretto legame con il cambiamento climatico e le implicazioni economiche e finanziarie ad esso associate. Esplorerà inoltre ulteriormente il ruolo degli ecosistemi per l’economia e il sistema finanziario.

Per quanto riguarda le proprie operazioni, la BCE lancerà il suo ottavo programma di gestione ambientale per sostenere il raggiungimento dei suoi obiettivi di riduzione del carbonio per il 2030. Insieme all’intero Eurosistema, il suo lavoro includerà principi di progettazione ecocompatibile per le future serie di banconote in euro e incorporare considerazioni sull’impronta ambientale nella progettazione di un euro digitale che è attualmente in fase di preparazione.

Condividi
```