Facebook Pixel
Milano 10:48
34.417,86 -0,12%
Nasdaq 22-mag
18.705,2 0,00%
Dow Jones 22-mag
39.671,04 -0,51%
Londra 10:48
8.353,58 -0,20%
Francoforte 10:48
18.688,6 +0,04%

Educazione finanziaria, nel 2023 debiti per oltre 20mila euro a persona (+6,6%)

Economia
Educazione finanziaria, nel 2023 debiti per oltre 20mila euro a persona (+6,6%)
(Teleborsa) - Di fronte alla crescita dei prezzi al consumo – che a dicembre 2023 è arrivata a registrare un +5,7%1 – e all'accelerata crescita dei tassi di interesse sui mutui, gli italiani hanno reagito sia attingendo ai propri risparmi, con una diminuzione della propensione al risparmio del -3,6% nei primi sei mesi del 2023 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, sia ricorrendo a prestiti e piccoli finanziamenti. Nell’ultimo anno il credito al consumo avrebbe raggiunto la cifra record di 160 miliardi di euro, che, sommati al valore di mutui e finanziamenti, portano il peso complessivo per le famiglie a 585 miliardi, pari a un debito medio di 22.674 euro a famiglia, quasi 10mila euro a cittadino residente.

“Nel 2023 l’inflazione ha messo alla prova la capacità di risparmio degli italiani ed è aumentata la propensione all’indebitamento: il numero medio di debiti per persona è pari a 2,55 (+4,5% rispetto al 2022). Per uscire dai debiti e recuperare il controllo delle proprie finanze è necessario acquisire una cultura del risparmio, eliminando alcune cattive abitudini e concentrandosi su alcune pratiche, come porsi obiettivi specifici e tener traccia di entrate e spese, che possono aiutare a gestire in modo più efficiente le proprie risorse in un periodo storico segnato dal carovita” spiega Daniel Martinez, Co-Country Manager di Bravo, fintech che opera nell’ambito della gestione e liquidazione dei debiti privati.

(Foto: Photo by Mathieu Stern on Unsplash)
Condividi
```