Facebook Pixel
Milano 17:35
33.724,82 -0,58%
Nasdaq 20:36
17.303,14 +1,56%
Dow Jones 20:36
38.438,13 +1,19%
Londra 17:35
8.023,87 +1,62%
Francoforte 17:35
17.860,8 +0,70%

Moody’s pubblica Net Zero Assessment. Snam prima società al mondo

Energia, Finanza
Moody’s pubblica Net Zero Assessment. Snam prima società al mondo
(Teleborsa) - Snam è la prima società al mondo su cui Moody’s ha pubblicato il proprio Net Zero Assessment, una valutazione indipendente sugli obiettivi e sulla capacità di implementazione dei programmi di decarbonizzazione delle aziende.

In occasione del Capital Markets Day dello scorso 25 gennaio, Snam ha presentato target aggiornati e ambiziosi di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra: un nuovo piano per raggiungere la Neutralità Carbonica entro il 2040 sulle emissioni Scope 1 e 2, l’impegno su target intermedi in valore assoluto per le Scope 3, e il nuovo obiettivo del Net Zero su tutte le emissioni entro il 2050.

Per valutare la coerenza dei propri target di decarbonizzazione e il loro grado di allineamento all’Accordo di Parigi, Snam - che li ha definiti secondo la metodologia generica della Science Based Targets initiative (SBTi) – ha colto l’occasione di prender parte, insieme ad altre dieci aziende a livello globale, al Net Zero Assessment di Moody’s.

Nello specifico, il Net Zero Assessment racchiude la valutazione di Moody’s sulla solidità del piano di transizione delle realtà analizzate rispetto a un percorso a zero emissioni coerente con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi del 2015 sui cambiamenti climatici. La valutazione fa riferimento a tre componenti principali: obiettivi, solidità del piano di implementazione e governance.

Snam ha colto la possibilità di sottoporsi all’analisi del Net Zero Assessment di Moody’s, uno dei primi provider a livello globale ad aver sviluppato una metodologia applicabile al settore del Gas, per ottenere una valutazione indipendente dell’ambizione e della solidità del proprio percorso di decarbonizzazione e dimostrare ancora una volta il proprio commitment nell’affrontare le sfide che il percorso di transizione impone su larga scala.

L’analisi conferma la solidità del piano d’azione sulle emissioni Scope 1 e 2 - grazie a tecnologie mature, collaudate e scalabili - che si associa ai risultati attesi nell’ambito delle Scope 3, relativo a fornitori e associate, caratterizzati da una intrinseca complessità. Emerge poi che la traiettoria Net Zero di Snam risulta coerente con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi, e con una proiezione dell’aumento delle temperature globali che si colloca tra 1,5 e 2 gradi centigradi.
Condividi
```