Facebook Pixel
Milano 10:05
34.507,62 +0,14%
Nasdaq 22-mag
18.705,2 0,00%
Dow Jones 22-mag
39.671,04 -0,51%
Londra 10:05
8.354,99 -0,18%
Francoforte 10:04
18.717,22 +0,20%

HYPE, ricavi lordi a 39 milioni di euro nel 2023. Break even nei primi mesi del 2024

Banche, Finanza
HYPE, ricavi lordi a 39 milioni di euro nel 2023. Break even nei primi mesi del 2024
(Teleborsa) - HYPE, banca digitale fondata nel 2015 e controllata da Illimity e il gruppo Sella, ha registrato ricavi lordi per 39,1 milioni di euro nel 2023, in crescita dell'87% vs il 2022, con un contribution margin pari a 19,7 milioni di euro, in incremento del 476% vs il precedente esercizio (dati gestionali).

La società parla di "un risultato ancora più significativo e indicativo delle forti efficienze messe in campo nel corso del 2023", se letto anche alla luce di un incremento dei costi del personale che riflette la crescita dell'organico di ben il 55%, raggiungendo oggi i 195 dipendenti (età media 35 anni), esperti di tecnologia, design, finance e banking.

Tra gli altri indicatori rilevanti per la tipologia di modello di HYPE, viene segnalato l'aumento del 25% del volume del transato totale, attestatosi a 8,1 miliardi di euro, mentre il transato carta, sempre in termini di volumi, è stato pari a circa 2,4 miliardi di euro (+26% rispetto all'anno precedente) a conferma di un sempre maggiore utilizzo dell'app da parte dei clienti.

La moneta elettronica depositata sui conti HYPE a fine 2023 era pari a circa 540 milioni di euro, in crescita del 22% rispetto all'anno precedente. Un risultato raggiunto grazie alla validità dell'ampio ventaglio di servizi messi a disposizione dei clienti e che HYPE include con diverse formule nei canoni mensili dei conti a pagamento e gratuiti. A incidere positivamente sui ricavi anche alcune nuove partnership che hanno avuto esecuzione nel 2023.

Nei primi due mesi del 2024 per la prima volta la neobank ha raggiunto il break even con una crescita del 54% sulle gross revenues vs il 2023 e del 250% di EBTDA in linea con gli obiettivi di piano che prevedono la conferma del pareggio a fine anno.

"Nata nel 2015 per dimostrare come, anche in Italia, ci fosse la necessità di una diversa offerta di banking e uno spazio di crescita, oggi HYPE, con oltre 1,8 milioni di utenti e il raggiungimento del primo utile, conferma la sostenibilità del modello proposto e la capacità di creare valore", ha commentato Giuseppe Virgone, CEO di HYPE.
Condividi
```