Facebook Pixel
Milano 17:35
34.467,67 +0,02%
Nasdaq 19:50
18.695,59 -0,05%
Dow Jones 19:50
39.168,33 -1,27%
Londra 17:35
8.339,23 -0,37%
Francoforte 17:35
18.691,32 +0,06%

Inps: Bonus genitori separati, oggi ultimo giorno per chiederlo

Sempre oggi cade il termine per richiedere il bonus pubblicità

Economia
Inps: Bonus genitori separati, oggi ultimo giorno per chiederlo
(Teleborsa) - Oggi, martedì 2 aprile, cade il termine per presentare la domanda per ottenere il nuovo bonus per genitori separati, divorziati e/o non conviventi. Lo ricorda l'Inps sottolineando che il termine inizialmente previsto per il 31 marzo cade in un giorno festivo.

La misura è finalizzata a garantire un contributo ai genitori in stato di bisogno, ossia con un reddito non superiore a 8.174 euro l'anno, che nel periodo di emergenza epidemiologica da Covid-19 risultavano conviventi con figli minori o maggiorenni portatori di handicap grave e che, nel medesimo periodo, non abbiano ricevuto l'assegno di mantenimento per inadempienza dell'altro genitore (ex coniuge o ex convivente). Il bonus spetta nel caso in cui l'altro genitore, in conseguenza dell'emergenza epidemiologica, abbia cessato, ridotto o sospeso l'attività lavorativa a decorrere dall'8 marzo 2020 per una durata minima di 90 giorni oppure abbia subito una riduzione del reddito di almeno il 30% rispetto al reddito percepito nel 2019.

Il bonus genitori separati, divorziati e/o non conviventi è corrisposto in un'unica soluzione in misura pari all'importo non versato dell'assegno di mantenimento e fino a concorrenza di 800 euro mensili. Il contributo spetta per un massimo di 12 mensilità tenuto conto delle disponibilità del fondo che ammonta a 10 milioni di euro. Il beneficio sarà erogato da Inps previa verifica dei requisiti di legge a cura del Dipartimento per le politiche della famiglia.

Oggi, è anche l'ultimo giorno per richiedere il bonus pubblicità: il periodo per presentare la comunicazione relativa all'accesso al credito d'imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali, effettuati o da effettuare nel corso del 2024, sta per scadere, come ricorda l'Agenzia delle Entrate sulla sua webzine FiscoOggi. La scadenza è stata una proroga di due giorni rispetto alla scadenza ordinaria del 31 marzo, dovuta alle festività pasquali. Questo adempimento è essenziale per usufruire delle agevolazioni previste per imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali, relativamente agli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online. Il credito d'imposta, pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, è concesso a condizione che l'ammontare complessivo superi almeno dell'1% l'importo degli investimenti analoghi effettuati nell'anno precedente.


Condividi
```