Facebook Pixel
Milano 16:51
34.701,15 +0,61%
Nasdaq 24-mag
18.808,35 0,00%
Dow Jones 24-mag
39.069,59 0,00%
Londra 24-mag
8.317,59 0,00%
Francoforte 16:51
18.759,47 +0,35%

Luiss leader negli Studi Politici e Internazionali: è tra le prime 20 Università al mondo

Nel Ranking QS by Subject, entra nella Top 50 globale per Marketing e conquista il podio italiano in tutte le discipline dell'Area Scienze Sociali e Management in cui è presente

Economia
Luiss leader negli Studi Politici e Internazionali: è tra le prime 20 Università al mondo
(Teleborsa) - La Libera Università Internazionale degli Studi Sociali si conferma nella Top 20 mondiale e prima a livello nazionale per gli Studi Politici e Internazionali, fa il suo ingresso nelle migliori 50 al mondo per il Marketing e, in Italia, è sempre sul podio in tutte le discipline dell'Area Scienze Sociali e Management in cui è presente. Sono questi alcuni dei principali traguardi raggiunti dalla Luiss nell'ultima indagine QS World University Ranking by Subjects 2024.

La classifica compilata dagli analisti della formazione universitaria mondiale, Quacquarelli Symonds (QS) – che considera le performance di oltre 1500 Università in 96 Paesi e territori, in 55 discipline accademiche e 5 macroaree di studio – vede, inoltre, l'Ateneo intitolato a Guido Carli mantenere stabile il proprio posizionamento ai vertici mondiali nelle discipline Business and Management e Giurisprudenza. Crescita significativa per Contabilità e Finanza, che entra nella Top 100 globale.

"I risultati del QS World University Ranking by Subjects 2024 testimoniano che il nostro Ateneo è riconosciuto come un punto di riferimento dell'alta formazione internazionale. Attraverso un approccio formativo innovativo che anticipa i cambiamenti del mercato del lavoro, un corpo docente prestigioso, una comunità studentesca proveniente da oltre 100 Paesi, e consolidate collaborazioni con imprese, istituzioni pubbliche e private ed università internazionali, la Luiss continua nella missione di preparare leader per il futuro", ha dichiarato il rettore, Andrea Prencipe.

"Viviamo in un'epoca di grandi mutamenti: il settore dell'Higher Education – ha aggiunto il presidente dell'Ateneo, Luigi Gubitosi – è chiamato ad affrontare le sfide del presente guardando agli scenari futuri, focalizzando energie e risorse sugli sviluppi tecnologici, l'Intelligenza Artificiale, l'internazionalizzazione, la sostenibilità e il rapporto tra ricerca e industria. Questi risultati confermano il percorso di crescita della nostra Università".


Condividi
```