Domenica 12 Luglio 2020, ore 13.57
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Bonaccia

Tutti tranquilli ancora per qualche settimana

Alessandro Fugnoli
Alessandro Fugnoli
Strategist ed esperto in economia, fa parte dal 2010 del team Kairos Partners SGR come responsabile de "Il Rosso e il Nero"
« 1 2 3 »
Lo stesso vale per le altre misure che un mercato un po' troppo ottimista si aspettava per oggi, incluso l'allargamento del Qe all'acquisto da parte della banca centrale di obbligazioni bancarie e di azioni. Non ne abbiamo nemmeno parlato, ha risposto sbrigativo Draghi.

In effetti in questo momento non solo l'Europa, ma il mondo intero appare insolitamente tranquillo. L'Europa cresce dell'1.6 a velocità regolare, l'America è più discontinua ma il 2 per cento dovrebbe essere raggiunto anche quest'anno. La Cina resta avvinghiata al suo 6.5-7 per cento. Il petrolio è calmo. Gli emergenti, pur senza brillare, vanno meglio di un anno fa. Le banche italiane danno qualche segnale positivo e quelle europee, nel loro complesso, stanno lentamente riprendendo a prestare soldi. Non ci sono crisi finanziarie nemmeno regionali o settoriali. I cambi sono in equilibrio. Brexit è congelata.

Le acque rosse del lago UrmiaI mercati finanziari o sono in sedazione profonda o in lento e placido rialzo. New York è ai massimi di tutti i tempi e lo è, curiosamente, anche Mosca. Shanghai è composta e positiva. Londra guadagna il 10 per cento dall'inizio dell'anno.

Quello che è tranquillo non è necessariamente solido. La borsa di New York è sostenuta, più che dagli utili, dal Qe europeo e giapponese. Molti grandi gestori che prevedono tempi cupi (tra i negativi ci sono grandi maestri come Soros, Gundlach, Tudor Jones e Paul Singer) aspettano forse le elezioni e il rialzo dei tassi di dicembre prima di attaccare.

« 1 2 3 »
Altri Top Mind
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.