Sabato 11 Luglio 2020, ore 16.06
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Gaza, continua il martellamento di Israele

Politica ·
(Teleborsa) - La pressione internazionale sta stringendo Israele affinché ponga fine alla sua offensiva militare nella striscia di Gaza, controllata da Hamas, giunta ormai alla sua terza settimana. Il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama e il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite chiedono una tregua immediata, al di là delle esigenze umanitarie.

Israele ha ridotto la portata della sua offensiva militare oggi, dicendo comunque che non avrebbe smesso il suo martellamento. Dopo aver tenuto attivo il fuoco dell’artiglieria per tutta la notte, Israele ha bombardato un sito nel nord di Gaza in risposta ad un razzo sparato da quelle zone, nonostante una chiamata di tregua chiesta da Hamas.

Intanto un portavoce dell’esercito israeliano, ha fatto sapere che le forze di Tel Aviv sarebbero intenti a proseguire l’azione di distruzione della fitta rete di tunnel scavati dai militanti di Hamas per infiltrarsi in territorio israeliano.

Il conflitto è il terzo maggiore scontro militare tra le parti, in meno di sei anni e ha già provocato la morte di oltre 1.050 palestinesi, 45 israeliani, oltre a un operaio thailandese in Israele. Le offerte di tregua precedenti non sono riusciti a risolvere i problemi di fondo, tra cui la proliferazione di armi a Gaza e la domanda di Hamas di porre fine blocco economico di Israele dei territori palestinesi, iniziata nel 2006 e supportata dall’Egitto.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.