Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Domenica 19 Novembre 2017, ore 08.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

CdM delinea tabella di marcia su Nota aggiornamento DEF

Su proposta del Premier Gentiloni, i ministri hanno deliberato anche la dichiarazione dello stato di emergenza dopo egli eccezionali eventi meteorologici che si sono abbattuti su Livorno. Arriva anche il primo sì alle norme UE sui bancomat

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Si delinea la Road Map della Nota di aggiornamento al DEF che sarà approvata il 22 settembre prossimo. Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri che si è riunito stamane 15 settembre. La Nota dovrà poi essere presentata alle Camere entro il 27 settembre. L'Esecutivo è pronto a portare il provvedimento in Aula il 4 ottobre prossimo.

Il provvedimento conterrà "un ulteriore miglioramento in termini di discesa dell'indebitamento, un andamento ancora da valutare in termini di debito, una crescita migliore, con spazi di crescita che migliorano", come preannunciato dal ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan.

Su proposta del Premier Gentiloni è stata deliberata anche la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che si sono abbattuti su Livorno nella notte tra il 9 e il 10 settembre scorso, interessando anche i Comuni di Rosignano Marittimo e di Collesalvetti. Per l’emergenza sono stati stanziati 15 milioni di euro per
l'attuazione dei primi interventi.

Approvato decreto su norme UE servizi di pagamento

Nel corso del CdM, i ministri hanno dato il via libera anche a un decreto per il recepimento in Italia della Direttiva UE su servizi di pagamento e commissioni interbancarie sulle operazioni con carta di pagamento (la cosiddetta Psd-2, ossia la seconda payment services directive) che interviene in particolare sulla regolamentazione delle commissione bancarie per i servizi come il POS (Point of sales) e Bancomat. Il provvedimento prevede l'armonizzazione dei pagamenti al dettaglio, assicura procedure di autorizzazione e vigilanza ai fornitori di pagamento e agli utenti. La direttiva Psd-2 amplia poi i diritti degli utenti dei servizi di pagamento che beneficeranno di un regime di responsabilità ridotta in caso di pagamenti non autorizzati: la franchigia a carico degli utenti passerà da 150 a 50 euro.






Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.