Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Sabato 18 Novembre 2017, ore 22.19
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Referendum Catalogna, continua il braccio di ferro con Madrid

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Continua il braccio di ferro tra il Governo spagnolo e la Catalogna

La Spagna, infatti, sta tentando il tutto per tutto per evitare il consultazione popolare sull'indipendenza della Catalogna del 1° ottobre, indetta dalle autorità locali contro il parere del governo spagnolo e della Corte Costituzionale.

"Non ci sarà alcun referendum in Catalogna", ha spiegato Inigo Mendez de Vigo, portavoce di Madrid che ha inviato più di 10mila agenti di polizia nella comunità autonoma situata all'estremità nord-orientale della Spagna, allo scopo di impedire il voto.

Di diverso avviso il vicepresidente catalano Oriol Junqueras che ha spiegato: "il referendum di indipendenza di domenica 1° ottobre si terrà nonostante il blocco deciso d ai Madrid. Chiamati al voto 5,3 milioni di cittadini catalani.

Domenica si voterà "pacificamente" dalle 8 del mattino alle 20 nonostante il veto di Madrid, ha detto il portavoce del governo catalano nella conferenza stampa di presentazione del voto.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.