Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 21 Febbraio 2018, ore 16.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Petrolio sotto i 60 dollari al barile per la prima volta da inizio anno

Il WTI sta quotando a 59,30 dollari al barile in quella che potrebbe essere la peggior settimana da marzo dello scorso anno

Economia ·
(Teleborsa) - Non si arrestano le vendite sul petrolio, che scivola sotto i 60 dollari al barile per la prima volta da inizio anno.

Il West Texas Intermediate (WTI) sta cedendo quasi 2 dollari a 59,30 dollari al barile, mentre il Brent arretra di 1,84 dollari a 62,97 dollari al barile.

Pessimo anche il bilancio settimanale: il WTI potrebbe chiudere l'ottava con un calo dell'8%, la maggior perdita da marzo dello scorso anno.

A scatenare la fuga degli investitori la crescita della produzione degli Stati Uniti ma anche il recente sell-off dell'azionario, che ha contribuito ad aumentare il nervosismo degli investitori.

A concorrere alle vendite potrebbe contribuire anche qualche presa di profitto, dato che di recente il Brent aveva guadagnato quota 70 dollari al barile.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.