Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 25 Settembre 2018, ore 09.04
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Tragedia in Calabria: pioggia intensa e il torrente straripa. Morti almeno 10 escursionisti

Il dramma nel Parco del Pollino. Coinvolte 36 persone giunte dal nord Italia

Ambiente, Economia ·
(Teleborsa) - Dramma nel Parco Pollino. La pioggia intensa delle ultime ore ha fatto esondare un torrente nella zona di Castrovillari, in Calabria, che ha travolto due gruppi di escursionisti del nord Italia. I gruppi si trovavano nella zone delle gole del Raganello. Almeno 10 i morti, ma si temono altre vittime. Sono state tratte in salvo finora 23 persone da Vigili del Fuoco, Carabinieri e Protezione Civile. Sarebbero 36 i coinvolti nell'esondazione, provenienti da Milano, Bergamo e Brescia. Le operazioni di soccorso e di ricerca stanno proseguendo nella lotte grazie alla luce delle fotoelettriche.

Gli escursionisti erano rimasti bloccati questa mattina a causa di una forte pioggia che si è abbattuta in prossimità del cosiddetto "Ponte del Diavolo". I gruppi stavano visitando l'interno dell'area ricca di gole e canyon caratteristica della zona. La forte quantità di acqua caduta ha provocato il rapido ingrossamento del torrente che è presto esondato e le persone che si trovavano sul greto hanno trovato riparo su alcuni scogli, rimanendo bloccate fino all'arrivo dei soccorritori. Molti sono stati trascinati via dalla corrente. "Una cosa incredibile, un inferno", ha raccontato uno degli escursionisti ai soccorritori



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.