Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 23 Ottobre 2019, ore 14.55
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

DEF al Senato, si discutono le coperture

Vertice nel weekend. Si complica il bonus figli

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Dopo il via libera della Commissione Bilancio del Senato sulla nota di aggiornamento del Def, il provvedimento sarà oggi in Aula a Palazzo Madama. Il testo è illustrato all'Aula dal Senatore di Leu Vasco Errani.

Intanto arrivano critiche sulle entrate coperture legate alla lotta all'evasione fiscale. Dalla Banca d'Italia alla Corte dei Conti fino all'UPB, che pure ha validato la cornice della prossima legge di Bilancio, arrivano perplessità sulle aspettative di gettito, anche perché le misure, osservano, non sono definite.

A dare una mano nella caccia ai 5 miliardi che ancora mancano all'appello ci sarà la stretta sulle false compensazioni tra crediti e debiti su fisco e contributi Inps che, secondo il Presidente dell'istituto Pasquale Tridico potranno portare "fino a 5 miliardi". La strategia contro le indebite compensazioni si baserebbe sull'incrocio dei dati in una nuova piattaforma Inps-Inail-Agenzia delle Entrate da mettere in campo, già da inizio gennaio. Ma è difficile che l'intera cifra possa essere indicata tra le coperture effettive della manovra, anche se Tridico ha presentato le sue simulazioni direttamente al Premier, Giuseppe Conte, e al Ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri.

Una questione fondamentale è l'assegno unico per i figli, che non si può fare toccando gli 80 euro. Ma la maggioranza insiste e chiede, nella risoluzione alla Nota di aggiornamento al Def, che la misura arrivi subito, già con la prossima manovra, nonostante sia il Ministro dell'Economia Roberto Gualtieri a lanciare l'altolà sulle ipotesi di declinare in chiave familiare il bonus Irpef voluto dal governo Renzi. Se si vorrà perseguire la strada del riordino degli incentivi alla natalità e dei sostegni alle famiglie bisognerà però cercare altre vie.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.