Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 19 Novembre 2019, ore 07.17
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Manovra, Moscovici: quest'anno niente bocciatura o avvio procedura

Lo ha detto il Commissario europeo agli Affari economici che ha anche scherzato sulla Brexit: "Inglese al bando nell'UE"

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Sembrano lontani i tempi del braccio di ferro tra Roma e Bruxelles che ha caratterizzato la precedente esperienza di Governo. Adesso il clima sembra decisamente più disteso, come testimoniano le parole pronunciate dal Commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, che interpellato sulla manovra italiana nel corso della conferenza stampa di presentazione delle previsioni economiche autunnali dell'Europa, ha dichiarato: "Quest'anno non abbiamo minimamente mai pensato di rigettare il progetto di Bilancio dell'Italia".

Il francese ha però tenuto a precisare che "non ci sono due pesi e due misure" sui conti dell'Italia, in base al colore politico dei governi. "Non si può - ha proseguito- paragonare il dibattito attuale, serio, allo scontro che c'era stato lo scorso anno con il passato governo, di cattivo auspicio per le relazioni con l'Italia, che amiamo così tanto... qui stiamo cercando degli aggiustamenti e delle spiegazioni che possono permettere di prendere delle decisioni ma non ci sarà, ripeto, il respingimento del bilancio né l'apertura di una procedura".

Poi ha ribadito la sua "ricetta" per la ripresa: "Il mio messaggio al Paese però non cambia: dovrebbe affrontare innanzitutto le riforme strutturali che consentono di rafforzare i punti deboli, la competitività, e il problema del rilancio della produttività, queste le priorità che l'Italia deve affrontare".

SIPARIETTO SULLA BREXIT
- E, in un clima sereno, non è mancato anche un simpatico siparietto sulla Brexit. "Appena sarà stata completata, lingua inglese al bando ovunque nell’Unione europea. Non vi allarmate, era solo uno scherzo", ha subito precisato tra le risate dei giornalisti presenti.




(Foto: Georges Boulougouris - © Unione Europea)
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.