Venerdì 15 Gennaio 2021, ore 16.32
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

OPEC conferma stime petrolio, ma incertezze restano elevate

La domanda mondiale di greggio aumenterà di 5,9 milioni di barili al giorno a 95,9 milioni

Energia, Finanza ·
(Teleborsa) - Quest'anno la domanda mondiale di petrolio aumenterà di 5,9 milioni di barili al giorno a 95,9 milioni. Lo stima l'OPEC contenuta nel bollettino mensile che sostanzialmente conferma la previsione indicata il mese scorso.

"Guardando avanti, le incertezze rimangono elevate - si legge nel comunicato del Cartello dei paesi esportatori di petrolio - con i principali rischi al ribasso rappresentati dai problemi legati alle misure di contenimento varate per arginare il Covid-19 e dall'impatto della pandemia sul comportamento dei consumatori".

Questi rischi - spiega il Cartello - "includono anche il modo in cui molti paesi si stanno adattando alle misure di lockdown e per quanto tempo dovranno continuare a farlo. Allo stesso tempo, i piani di vaccinazione più veloci e la ripresa della fiducia dei consumatori forniscono una forma di ottimismo".




Il rapporto sul mercato petrolifero arriva mentre i casi di coronavirus continuano a crescere in tutto il mondo, con nuovi blocchi imposti in Europa e in alcune parti della Cina. Nelle ultime settimane, l'ottimismo sull'introduzione di massa dei vaccini contro il Covid-19 sembra essere stato mitigato dal tasso di ripresa del virus.

Ciò ha portato i produttori di petrolio a cercare di orchestrare un delicato atto di bilanciamento tra domanda e offerta poiché fattori, incluso il ritmo di risposta alla pandemia, continuano a offuscare le prospettive.

L'OPEC ha precisato che le sue previsioni per il 2021 "presuppongono una sana ripresa delle attività economiche, inclusa la produzione industriale, un mercato del lavoro in miglioramento e vendite di veicoli più elevate rispetto al 2020". Di conseguenza, "si prevede che la domanda di petrolio aumenterà costantemente quest'anno, sostenuta principalmente dai trasporti e dai combustibili industriali".

Nel frattempo, il contratto WTI americano scambia a 52,98 dollari al barile con un lieve incremento dello 0,13% mentre il Brent londinese arretrano dello 0,43% a 55,8 al barile.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.