Facebook Pixel
Giovedì 5 Agosto 2021, ore 12.33
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

BPER ai massimi da marzo 2020: focus su M&A

Finanza ·
(Teleborsa) - Dopo il +4,29% messo a segno nella seduta di ieri, continua il rally di BPER. La banca emiliana sta scambiano a 2,15, con un aumento del 3,37%. BPER ha guadagnato oltre il 40% da inizio anno e ha raggiunto i massimi da marzo 2020, quando registrò un profondo ribasso con l'avvento della pandemia.

Il titolo continua ad essere interessato dalle prospettive di consolidamento del mercato bancario italiano. Gli analisti di KBW - che hanno ipotizzato diverse combinazioni (Unicredit più MPS, Unicredit più Banco BPM e Banco BPM più BPER) - ritengono che una fusione in linea generale "possa essere finanziariamente interessante per l'acquirente solo se può generare un ritorno sull'investimento (ROI) superiore al costo del capitale, un aumento dell'EPS a due cifre e un impatto neutro sul coefficiente CET1".

In base a ciò, la fusione fra Banco BPM e BPER "è la combinazione che soddisfa più facilmente questi criteri, incluso un aumento dell'utile per azione del 54% anche dopo il pagamento un premio di acquisizione del 40%". È atteso un ritorno sull'investimento al 2022 del 7% e del 25% nel 2023 grazie alle sinergie (30% al 2021) senza dover fare aumenti di capitale, secondo quanto riporta MF citando gli analisti di KBW.

Operativamente le attese sono per un proseguimento della giornata in senso positivo con resistenza vista in area 2,179 e successiva a quota 2,257. Supporto a 2,101.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.