Facebook Pixel
Giovedì 18 Agosto 2022, ore 10.33
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Reddito di Cittadinanza nel mirino, modifiche in arrivo?

Da Italia Viva alla Lega passando per Confindustria cresce il pressing attorno alla misura bandiera pentastellata

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Italia Viva ne chiede l'abolizione, la Lega spinge ormai da tempo per un drastico restyling, Forza Italia vorrebbe metterlo in pausa almeno per l'estate e Giorgia Meloni tuona: il Movimento Cinquestelle è sempre più isolato nella difesa strenua del Reddito di Cittadinanza sotto il fuoco di fila delle critiche, bocciato anche da Confindustria.




"Quando cerchiamo i giovani per dargli lavoro abbiamo un grande competitor che è il reddito di cittadinanza" e ribadendo le sue critiche anche alla politica dei "bonus", ha detto il Presidente degli industriali, Carlo Bonomi all'assemblea di Assolombarda a Milano, puntando di fatto il dito contro il provvedimento-bandiera dei pentastellati.


Un "dossier" pronto a dividere ancora la maggioranza. "Il reddito di cittadinanza è quanto di più diseducativo ci sia oggi in questo Paese", dice Renzi al quale fa eco il leader della Lega: "dopo tre anni di esperienza mi sembra evidente che qualcosa non funzioni". Proprio in quest'ottica, il ministro del Turismo Massimo Garvaglia, esponente della Lega al governo, prova a risolvere nell’immediato la carenza di manodepra nel settore con la possibilità di mantenere il 50% dell’assegno per chi accetta un impiego stagionale.

Nel frattempo, il ministro del Lavoro Andrea Orlando continua a difendere il sussidio: "Senza il reddito di cittadinanza questo Paese durante la pandemia avrebbe avuto un disastro di carattere sociale" ha detto, riconoscendo anche che "può essere migliorato" e anzi sta già migliorando, riferendosi alle norme che prevedono il décalage dopo la seconda rinuncia a un posto di lavoro.

Numeri dell'Osservatorio Inps alla mano, sono i single i maggiori beneficiari di reddito e pensione di cittadinanza. Nel mese di aprile i percettori nel complesso sono stati 1,19 milioni (1,09 milioni RdC e 103mila PdC), con 2,65 milioni di persone coinvolte (2,53 milioni RdC e quasi 118mila PdC) e un importo medio erogato a livello nazionale di 561 euro (588 euro per il RdC e 270 euro per la PdC). Ma tra loro oltre 522mila sono nuclei con un solo componente (43,85%), rispetto ai 90mila composti da almeno 5 componenti (7,44%).










Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.