Facebook Pixel
Mercoledì 28 Febbraio 2024, ore 14.39
Azioni Milano
09 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

ESG ITA Growth Index, presentato l'indice di sostenibilità delle PMI quotate

Finanza, Sostenibilità ·
(Teleborsa) - È stato presentato oggi a Milano l'ESG ITA Growth Index, il primo indice specifico per la valutazione ESG delle PMI quotate su Euronext Growth Milan (EGM), ovvero il mercato di Borsa Italiana dedicato alle PMI ad alto potenziale di crescita. Lo strumento è stato creato dal REPAiR Lab di SDA Bocconi School of Management (laboratorio di ricerca e innovazione dedicato allo studio e alla promozione della finanza sostenibile), CRIF e Ambromobiliare.

"Avere un indice significa avere più facilità di leggere un cluster di mercato, educare gli investitori a usare questo tipo di strumento e portare a quel comparto di riferimento della liquidità", ha spiegato Michele Calcaterra, Senior Lecturer di Enterpreneurial Finance presso SDA Bocconi School of Management. "Non ci siamo quindi fermati a riflettere sul fatto che le PMI siano un'opportunità di investimento, ma abbiamo creato un indice per poter portare più liquidità su di esse, anche perché non dobbiamo dimenticarci dell'importanza degli indici passivi negli investimenti al giorno d'oggi", ha aggiunto.

Nell'assenza di paradigmi e standard valutativi condivisi, CRIF con SDA Bocconi e Ambromobiliare hanno - in primis - definito l'universo investibile, attraverso l'applicazione dello score ESG sviluppato da CRIF su tutte le aziende quotate sul comparto EGM. Lo score si avvale di un ecosistema di dati che comprende informazioni di natura pubblica, documenti prodotti dall'azienda o pubblicati dalla stessa (Report sostenibilità, DNF), oltre che mappe di rischio di fisico e di transizione e informazioni sulle emissioni di gas serra. Il patrimonio informativo è elaborato attraverso modelli, scenari macro-economici e climatici e benchmark settoriali, oltre che attraverso metodologie di machine learning e regole basate sull'esperienza di CRIF Ratings, l’agenzia di Credit Rating di CRIF.

Il secondo step ha riguardato l'individuazione delle aziende idonee attraverso l'applicazione di 3 parametri di screening: a livello di Governance in base allo score proprietario sviluppato da CRIF (circa il 50% delle aziende quotate sul segmento Euronext Growth Milan mostrano un livello alto di attenzione a una governance sostenibile), di Liquidità (escludendo le aziende con un livello di scambi troppo basso, che non le renderebbe realmente investibili) e di Market Cap (con la definizione di un livello di capitalizzazione tra 10 e 500 milioni di euro).

"L'ESG ITA Growth Index è stato proposto nelle versioni Equally Weighted e Market Cap Weighted. Entrambe le versioni dell'indice su un orizzonte di 14 mesi - intervallo minimo in cui mantiene validità l'analisi di back test - restituiscono performance migliori dei tradizionali indici italiani riferiti agli stessi comparti dimensionali, Medium e Small Cap Industries", ha detto Calcaterra.

Dell'ESG ITA Growth Index fanno parte: Nusco, Franchi Umberto Marmi, Grifal, Cover 50, ILPRA, GEL, Ecosuntek, Gibus, Sciuker Frames, Masi Agricola, ATON Green Storage, Labomar, Arterra Bioscience, Giglio.com, Trawell Co, Officina Stellare, Convergenze, Pozzi Milano, Askoll EVA, ESI, Racing Force, Take Off, Farmaè, Confinvest, Fervi, Intred, Matica Fintec, Fope, ABTG, Unidata.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.