Facebook Pixel
Venerdì 1 Marzo 2024, ore 00.05
Azioni Milano
09 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Fine vendemmia, Confagricoltura: Qualità uve alta, ma cala produzione tra Bologna e Imola

per maltempo e malattie fungine

Agroalimentare, Economia ·
(Teleborsa) - È stata una vendemmia in chiaroscuro quella vissuta dalle aziende agricole della Città Metropolitana di Bologna. Secondo un’indagine realizzata da Confagricoltura Bologna sui propri associati, la produzione è calata del 30-35% nei vigneti del capoluogo emiliano e del 20-25% in quelli del territorio di Imola, a causa degli effetti del maltempo e delle malattie fungine. Nonostante queste difficoltà, le viti hanno prodotto grappoli di grande qualità, rendendo così meno amara la vendemmia per gli agricoltori.



“C’è molto rammarico, perché poteva essere davvero un’annata memorabile - commenta Marco Caliceti, vice-presidente di Confagricoltur a Bologna – Le previsioni iniziali erano positive, purtroppo le condizioni meteo avverse e la comparsa delle fitopatie hanno colpito gran parte dei nostri vigneti. Il clima instabile della tarda primavera, tra l’alluvione di maggio e le piogge di inizio giugno, oltre alle diverse grandinate che hanno arrecato problemi importanti anche alle strutture, è stato un vero e proprio innesco per le fitopatie, che hanno danneggiato le produzioni di molte aziende agricole, soprattutto quelle che seguono una coltivazione biologica".

"La situazione è poi in parte migliorata nell’ultimo periodo, permettendoci di chiudere con raccolti di grande qualità, seppur in quantità minori rispetto alle aspettative", conclude Caliceti.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.