Facebook Pixel
Milano 11:01
34.429,74 -0,09%
Nasdaq 22-mag
18.705,2 0,00%
Dow Jones 22-mag
39.671,04 -0,51%
Londra 11:01
8.358,32 -0,14%
Francoforte 11:01
18.693,17 +0,07%

UE, prezzi agricoli hanno arrestati i forti rialzi nel 2023

I dati di Eurostat

Agroalimentare, Economia
UE, prezzi agricoli hanno arrestati i forti rialzi nel 2023
(Teleborsa) - Le prime stime degli indici dei prezzi agricoli per il 2023 indicano uno "shift rispetto ai forti aumenti dei prezzi che hanno caratterizzato il 2021 e il 2022". Nel 2023, il prezzo medio dei prodotti agricoli nel loro insieme (produzione) nell'Unione europea è aumentato del 2% rispetto all'anno precedente, mentre il prezzo medio dei beni e dei servizi attualmente consumati in agricoltura (input) è diminuito del 5%. Lo comunica l'Eurostat in un nuovo report sul tema.

Il modesto aumento complessivo dei prezzi dei prodotti agricoli nel loro insieme riflette i contrasti tra i singoli prodotti. Mentre aumenti significativi si sono registrati per l'olio d'oliva (54%), le patate anche da semina (23%), i suini (22%) e le uova (20%), una sostanziale diminuzione (26%) si è registrata per i cereali (un aggregato che comprende il frumento, l'orzo, il mais, la segale e l'avena nonché altri tipi di cereali).

Tra gli input non legati agli investimenti, il prezzo medio dei fertilizzanti e degli ammendanti è diminuito del 23% e quello dei lubrificanti energetici è diminuito del 12%. Il prezzo medio dei prodotti fitosanitari e dei pesticidi è invece aumentato del 9%, così come le sementi e le piantine.

Tra i focus forniti da Eurostat c'è quello sulle patate, i cui prezzi sono aumentati in 24 paesi dell'UE. Una siccità diffusa nel 2023 ha infatti avuto un impatto sui livelli di produzione di una serie di colture, tra cui le patate. Ciò a sua volta ha influenzato i prezzi, che sono aumentati più rapidamente in Germania (49%), Slovacchia (48%) e Croazia (44%). Diminuzioni sono state registrate in tre paesi: Belgio (-18%), Cipro (-14%) e Austria (-4%).

Tra gli altri dati salienti c'è quello per cui i prezzi dei fertilizzanti sono diminuiti nella maggior parte dei paesi dell'UE (in 22 paesi dell'UE su 26 con dati disponibili). I prezzi sono scesi più rapidamente in Lussemburgo (-46%), Svezia (-41%) e Finlandia (-39%). Al contrario, i prezzi sono stati più alti a Cipro (14%), Malta (9%), Grecia (6%) e Romania (3%).
Condividi
```