Facebook Pixel
Milano 17-apr
33.632,71 0,00%
Nasdaq 17-apr
17.493,62 -1,24%
Dow Jones 17-apr
37.753,31 -0,12%
Londra 17-apr
7.847,99 0,00%
Francoforte 17-apr
17.770,02 0,00%

BCE, Schnabel invita alla cautela sui tassi. Preoccupa l'ultimo miglio

Finanza
BCE, Schnabel invita alla cautela sui tassi. Preoccupa l'ultimo miglio
(Teleborsa) - "I dati più recenti non dissipano le mie preoccupazioni sul fatto che l'ultimo miglio (della lotta all'inflazione, ndr) potrebbe essere quello più difficile. Assistiamo ad un'inflazione dei servizi persistente. Vediamo un mercato del lavoro resiliente. Allo stesso tempo, assistiamo a un notevole allentamento delle condizioni finanziarie perché i mercati stanno valutando in modo aggressivo la svolta delle banche centrali". Lo ha affermato Isabel Schnabel, che fa parte dell'Executive Board della BCE, in un'intervista al Financial Times.

"Oltre a ciò, i recenti eventi nel Mar Rosso hanno suscitato timori di nuove interruzioni della catena di approvvigionamento - ha aggiunto - Nel complesso, ciò mette in guardia contro un imminente aggiustamento della posizione politica. Ciò significa che dobbiamo essere pazienti e cauti perché sappiamo, anche per esperienza storica, che l'inflazione può divampare di nuovo".

In merito ai ritardi nella trasmissione della politica monetaria all'economia, l'economista tedesca ha affermato: "La mia opinione è che probabilmente abbiamo superato il picco di trasmissione. Ciò si collega anche alla questione dell'ultimo miglio della disinflazione. Inizialmente, abbiamo ottenuto i rapidi successi della disinflazione, ovvero l'inversione degli shock dal lato dell'offerta. Lo abbiamo visto in modo abbastanza impressionante con l'inflazione scesa dal picco del 10,6% nell'ottobre 2022 al 2,9% solo un anno dopo. Da allora, l'inflazione è rimasta sostanzialmente stabile. Direi che stiamo entrando in una fase critica in cui la calibrazione e la trasmissione della politica monetaria diventano particolarmente importanti perché si tratta di contenere gli effetti di secondo impatto".

Schnabel ha ribadito che "l'ultimo miglio resta una preoccupazione". "Osserviamo un rallentamento del processo disinflazionistico tipico dell'ultimo miglio - ha spiegato - Ciò è strettamente connesso alla dinamica dei salari, della produttività e dei profitti. Abbiamo registrato un forte calo dei salari reali, seguito da una forte crescita dei salari nominali mentre i dipendenti cercano di recuperare il reddito perduto. Il settore dei servizi è particolarmente colpito perché i salari svolgono un ruolo dominante nella sua struttura dei costi".
Condividi
```