Facebook Pixel
Milano 13:07
34.358,7 -0,32%
Nasdaq 23-mag
18.623,39 0,00%
Dow Jones 23-mag
39.065,26 -1,53%
Londra 13:07
8.305,41 -0,41%
Francoforte 13:07
18.620,66 -0,38%

Cementir vede ricavi al 2026 a 2 miliardi, dividendo in crescita

Finanza
Cementir vede ricavi al 2026 a 2 miliardi, dividendo in crescita
(Teleborsa) - Cementir ha chiuso l'esercizio 2023 con ricavi di 1.694,2 milioni di Euro, in diminuzione del 1,7% rispetto al 2022; i ricavi nonGAAP sono pari a 1.694,6 milioni di Euro (-1,5% sul 2022).

Il Margine operativo lordo si attesta al record storico di 411,1 milioni di Euro, in crescita del 22,6% rispetto al 2022; il MOL non-GAAP è pari a 421,9 milioni di Euro (+25,4% sul 2022).

Il Risultato operativo è in aumento del 36,2% a 278,3 milioni di Euro; il risultato operativo non-GAAP è pari a 299,2 milioni di Euro (+39,3% sul 2022). Il Risultato ante imposte di 290,7 milioni di Euro è in crescita del 23,0% rispetto al 2022, mentre il risultato ante imposte non-GAAP è pari a 315,8 milioni di Euro (+39,3% sul 2022).

La società ricorda che i dati annuali completi e definitivi relativi all’esercizio 2023 saranno esaminati e approvati dal Consiglio di Amministrazione nella riunione prevista per il prossimo 11 marzo.

Il Consiglio di Amministrazione ha esaminato ed approvato l’aggiornamento del Piano Industriale del Gruppo per il triennio 2024-2026 e del budget 2024. Obiettivi di Piano Industriale al 2026: ricavi a circa 2 miliardi di Euro, margine operativo lordo a circa 425 milioni di Euro, Cassa Netta di circa 600 milioni di Euro. Investimenti in sostenibilità nel triennio pari a 100 milioni di Euro, dividendi previsti in crescita con payout ratio compreso tra il 20% e 25%.

Per l’anno 2024 il Gruppo prevede di raggiungere ricavi consolidati di circa 1,8 miliardi di Euro, un margine operativo lordo di circa 385 milioni di Euro e una posizione di cassa netta di circa 300 milioni di Euro a fine periodo. Gli investimenti previsti sono pari a circa 135 milioni di Euro (104,2 milioni di Euro nel 2023), di cui circa 48 milioni di Euro in progetti di sostenibilità.

"A dispetto di uno scenario macroeconomico sempre più incerto a causa delle crescenti tensioni geopolitiche e di condizioni monetarie più restrittive, nel 2023 il Gruppo ha dimostrato una significativa resilienza, stabilendo nuovi record grazie anche a un mix geografico e di prodotto sempre più diversificato. La generalizzata debolezza dei volumi, ad eccezione di Turchia e Cina, è stata bilanciata dal miglioramento dell’efficienza operativa. Il nuovo Piano Industriale al 2026 continua a porre al centro della nostra strategia una crescita organica sostenibile, confermando tutti gli obiettivi di medio e lungo termine e proseguendo nel nostro percorso verso la decarbonizzazione" ha commentato Francesco Caltagirone Jr, Presidente e Amministratore Delegato.
Condividi
```