Facebook Pixel
Milano 17:35
33.393,85 -1,65%
Nasdaq 19:13
17.740,01 +0,19%
Dow Jones 19:13
37.841,57 +0,28%
Londra 17:35
7.820,36 -1,82%
Francoforte 17:35
17.766,23 -1,44%

ASPI, da BEI 1,2 miliardi a supporto piano per rete autostradale più sicura, green e resiliente

L’operazione, in linea con la Climate Bank Roadmap e la Politica per il Trasporto della BEI, mira ad ammodernare la rete autostradale, adattandola alle sfide legate al cambiamento climatico, senza espanderne la capacità

Economia, Trasporti
ASPI, da BEI 1,2 miliardi a supporto piano per rete autostradale più sicura, green e resiliente
(Teleborsa) - Sostenere la prosecuzione del piano di ammodernamento dei circa 3mila chilometri della rete gestita da Autostrade per l’Italia (ASPI) per renderla più moderna, sempre più sicura e resiliente a fronte di futuri eventi climatici estremi.

Questi sono fra gli obiettivi principali dell’accordo da 1,2 miliardi di euro siglato dalla Banca europea per gli investimenti (BEI) e Autostrade per l’Italia, uno dei principali concessionari del settore delle autostrade a pedaggio in Europa. Delle risorse investite dalla BEI, almeno 800 milioni di euro sono sostenuti da InvestEU, il programma di investimenti della Commissione europea di cui il Gruppo BEI è il principale partner esecutivo.

"Questa operazione testimonia l’impegno della BEI nel promuovere la sicurezza e la sostenibilità ambientale della rete autostradale in Italia, parte integrante del corridoio centrale TEN-T,” ha dichiarato Gelsomina Vigliotti, Vicepresidente BEI. "Gli interventi previsti contribuiranno inoltre allo sviluppo del mercato interno e a promuovere la coesione economica, sociale e territoriale dell'Unione europea".

Paolo Gentiloni, Commissario europeo per l'Economia, ha commentato: "Si tratta di un investimento di notevole entità nelle infrastrutture di trasporto italiane che aumenterà la sicurezza sulle nostre autostrade e ne migliorerà la resilienza nei confronti degli eventi climatici estremi, che, come sappiamo, sono destinati a diventare sempre più frequenti. Uno degli aspetti che trovo particolarmente positivi è che grazie a questa copiosa iniezione di finanziamenti provenienti da InvestEU e dalla BEI l'Unione europea contribuirà a sostenere oltre 13.000 posti di lavoro in Italia".

"Il finanziamento ottenuto dalla BEI - afferma l'Amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, Roberto Tomasi - riconferma la solidità finanziaria di ASPI e riconosce l’importanza del piano di ammodernamento delle nostre infrastrutture, asse fondamentale per accompagnare la crescita del Paese grazie a una mobilità del futuro sempre più sicura, innovativa e green".

In particolare, questo finanziamento per 800 milioni di euro ha una durata di 15 anni (allineata dunque alla scadenza della concessione) e contribuirà al programma di rigenerazione della rete, rendendola più sostenibile e resiliente, anche nell’eventualità di futuri eventi climatici. L'impegno della BEI comprende anche ulteriori 400 milioni di euro volti a supportare l’avanzamento del piano di ammodernamento di ASPI.

Sul fronte della sostenibilità ambientale, le risorse della BEI contribuiranno a promuovere la mobilità sostenibile, supportando l’utilizzo di energie alternative e l’adozione di soluzioni tecnologiche nel segno di un risparmio energetico sempre più consistente. In particolare, le risorse messe a disposizione dalla BEI contribuiranno a sostenere l’istallazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici, di pannelli fotovoltaici, e sistemi di illuminazione a LED lungo la rete.

Il progetto è allineato con la Climate Bank Roadmap e la Politica per il Trasporto della BEI, rappresentando un passo avanti significativo nella modernizzazione delle rete autostradale, adattandola alle sfide legate al cambiamento climatico, senza espanderne la capacità. Il corridoio centrale TEN-T beneficerà direttamente da questa iniziativa.

Inoltre, il progetto genererà importanti ricadute economiche, contribuendo alla creazione di nuovi posti di lavoro in tutto il Paese. La BEI stima che l’implementazione del progetto sosterrà 13.000 posti di lavoro, consolidando ulteriormente l'impegno della BEI nel supportare la crescita economica del territorio.
Condividi
```