Facebook Pixel
Milano 17-apr
0 0,00%
Nasdaq 17-apr
17.493,62 -1,24%
Dow Jones 17-apr
37.753,31 -0,12%
Londra 17-apr
7.847,99 +0,35%
Francoforte 17-apr
17.770,02 +0,02%

G7, il 24 febbraio prima riunione dei Capi di Stato e di Governo sotto la presidenza italiana

Al centro della discussione il sostegno all'Ucraina. Previsto collegamento di Zelensky

Economia
G7, il 24 febbraio prima riunione dei Capi di Stato e di Governo sotto la presidenza italiana
(Teleborsa) - Il 24 febbraio, in occasione del secondo anniversario dell'aggressione russa contro l'Ucraina, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni presiederà una riunione in videoconferenza dei Capi di Stato e di Governo G7, la prima sotto la Presidenza italiana. È quanto fa sapere la presidenza italiana del G7 in una nota.

Previsto anche il collegamento del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. Al termine, sarà adottata una dichiarazione congiunta.

Al centro della discussione ci sarà il tema del sostegno all'Ucraina. Su questo fronte sabato scorso il ministro degli Esteri Antonio Tajani, in conferenza stampa a Monaco, ha fatto sapere che "l'ottavo pacchetto di aiuti approvato dal parlamento sarà in Ucraina in questi giorni". "Facciamo quello che dobbiamo fare come Italia per sostenere l'Ucraina. Non siamo in guerra con la Russia, difendiamo l'indipendenza dell'Ucraina, che è cosa ben diversa – ha detto Tajani –. Condanniamo tutto quello che ha fatto Putin, il Cremlino. Vogliamo lavorare per la pace giusta ma non vogliamo fare la guerra con nessuno. Difendiamo il diritto internazionale, abbiamo inflitto sanzioni, dobbiamo valutare cosa fare dei beni sequestrati ai russi, ma vogliamo lavorare per la pace, lavorare in sostegno dell'Ucraina significa lavorare in sostegno della pace".

I ministri degli Esteri del G7 riuniti a Monaco sotto la presidenza di Antonio Tajani "hanno sottolineato che la Russia dovrà pagare per i danni e la devastazione che sta provocando all'Ucraina e alla sua popolazione". Nella dichiarazione di Tajani a nome del G7 si afferma che "hanno ribadito la loro determinazione a mantenere gli asset sovrani della Russia nelle loro giurisdizioni congelati fino a quando non pagherà per i danni che ha provocato". I membri del G7 "continueranno a esplorare tutte le possibili strade per aiutare l'Ucraina a ottenere compensazioni dalla Russia, in linea con i loro rispettivi sistemi legali e con il diritto internazionale".




Condividi
```