Facebook Pixel
Milano 24-mag
0 0,00%
Nasdaq 24-mag
18.808,35 +0,99%
Dow Jones 24-mag
39.069,59 +0,01%
Londra 24-mag
8.317,59 -0,26%
Francoforte 24-mag
18.693,37 +0,01%

PNRR, presentato a Siracusa Hub del Turismo Digitale con Santanchè e De Nuccio

Economia
PNRR, presentato a Siracusa Hub del Turismo Digitale con Santanchè e De Nuccio
(Teleborsa) - Si è svolta oggi a Siracusa, presso la sala Borsellino del Palazzo Comunale di Ortigia, la presentazione dell’Hub del turismo digitale (TDH – Tourism Digital Hub) alla presenza della ministra del Turismo, Daniela Santanchè, e del presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, Elbano de Nuccio, nell’ambito dell’appuntamento sui Verticali del Turismo, una serie di incontri fortemente voluta dal dicastero in cui ogni Regione mette in mostra una propria specificità turistica.



Il Tourism Digital Hub - spiega la nota - è un progetto che il Ministero del Turismo sta realizzando grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e che coinvolge attivamente anche i commercialisti in qualità di gestori diretti dei profili economici, finanziari e digitali delle imprese del settore. Il progetto è stato illustrato agli Ordini territoriali della categoria professionale nelle scorse settimane in una lettera firmata da Santanchè e de Nuccio.



Il programma TDH si propone di collegare l’intero ecosistema turistico attraverso il portale nazionale del turismo italia.it, fungendo da catalizzatore per il vasto panorama dell’offerta turistica nazionale a beneficio dei turisti italiani e stranieri. Allo stesso tempo, il TDH ha l’obiettivo di fornire servizi e strumenti a disposizione delle imprese del settore turistico per favorire la loro crescita e supportare il loro sviluppo.



La partecipazione all’iniziativa rappresenta per le imprese un’importante occasione per migliorare la competitività e il posizionamento nel mercato, favorendo contestualmente la visibilità dell’offerta turistica. Gli operatori del settore, attraverso l’accreditamento all’area riservata sviluppata grazie all’accordo con Unioncamere, possono pubblicare la propria offerta visibile a livello nazionale ed internazionale grazie ai programmi promozionali e di campagne di comunicazione dedicate promosse da Enit. Inoltre, gli operatori accreditati hanno a disposizione, a titolo gratuito, servizi di particolare interesse in termini di opportunità e formazione, attraverso una piattaforma e un catalogo di corsi per migliorare le competenze del proprio personale; accesso a informazioni sui bandi del Ministero del turismo pubblicati e in corso di pubblicazione; la possibilità di consultare dati sull’andamento del settore anche a livello regionale e provinciale così da poter definire la propria offerta in modo strategico e concorrenziale.



“È importante che oggi ci sia questo incontro sul TDH – ha affermato la ministra Santanchè –, perché i turisti si informano sempre di più attraverso il digitale: piaccia o non piaccia, la tecnologia è entrata fortemente in questo settore e quindi quello che fino a qualche anno fa sembrava impossibile adesso è realtà. Perciò, il Ministero del Turismo, grazie al PNRR, ha investito molte risorse su italia.it, che, lungi dall’essere soltanto un sito vetrina, consentirà di accedere alle prenotazioni e a tutto un insieme di servizi utili. Insomma, italia.it mette in rete le offerte turistiche della nostra Nazione, rafforzando la competitività del comparto, per cui è importante che arrivino 20mila aziende a bordo per soddisfare gli obiettivi del PNRR”.



“Il commercialista – ha affermato il presidente de Nuccio nel suo intervento – è il trait d’union naturale tra le imprese, il mercato e le istituzioni e ha la professionalità adeguata a garantire i progetti legati a questa iniziativa del Ministero. Gli iscritti al nostro Albo sono sicuramente i soggetti che meglio possono garantire la buona riuscita del progetto, ad esempio con business plan, piani di investimento, rendicontazione delle spese di progetto, predisposizione di valutazioni di impatto e di consuntivi. L’ausilio qualificato del commercialista, in sostanza, è un elemento di garanzia per tutti i soggetti coinvolti. L’obiettivo ultimo che ci sentiamo di condividere con il Ministero – ha concluso – è quello di sensibilizzare sempre più le strutture ricettive a ragionare con una visione aziendalistica, ovviamente sempre tenendo in considerazione le tipicità che caratterizzano il Belpaese in tutto il mondo”.


Condividi
```