Facebook Pixel
Milano 16:08
33.656,44 +1,31%
Nasdaq 16:08
19.924 +0,08%
Dow Jones 16:08
38.953,63 +0,31%
Londra 16:08
8.255,6 +0,62%
Francoforte 16:08
18.189,02 +0,67%

Mediobanca Private Banking amplia l’offerta di investimenti alternativi aperti illiquidi con KKR

Banche, Finanza
Mediobanca Private Banking amplia l’offerta di investimenti alternativi aperti illiquidi con KKR
(Teleborsa) - Mediobanca Private Banking rafforza la piattaforma di Private Markets dedicata alla clientela Professionale con un nuovo fondo alternativo aperto illiquido istituito da KKR.

La clientela professionale High Net Worth e Ultra-High-Net-Worth di Mediobanca Private Banking potrà investire in K-PRIME Feeder-I un comparto di KKR Private Markets Equity Fund SICAV SA, Fondo di Private Equity riservato a investitori professionali e istituito da KKR, società leader a livello internazionale negli investimenti alternativi con circa 578 miliardi di dollari di asset in gestione al 31 marzo 2024.

La sottoscrizione del Fondo, spiega una nota di Mediobanca, offrirà agli investitori eleggibili un’esposizione immediata agli investimenti alternativi gestiti da KKR attraverso un co-investimento diretto nelle società presenti anche nei fondi di private equity chiusi gestiti da KKR, dando dunque accesso agli stessi investimenti in private equity e mitigando al tempo stesso gli effetti della J-Curve tipici di un fondo tradizionale.

Si consolida così la distintività dell’offerta di Mediobanca Private Banking nel comparto dei prodotti illiquidi anche attraverso la formula dei prodotti alternativi aperti illiquidi, che consente un impiego più rapido e, a determinate condizioni, maggiore flessibilità nella gestione del capitale rispetto ai tradizionali investimenti nell’economia reale.

L’adesione a K-PRIME consente infatti sottoscrizioni con cadenze mensili, riducendo il tempo necessario per l’impiego iniziale del capitale rispetto ad un fondo chiuso, che prevede richiami di capitale graduali, tipicamente in un orizzonte temporale di 4/5 anni. Al tempo stesso, K-PRIME permetterà riscatti con cadenze periodiche entro determinati limiti e al ricorrere di determinate condizioni. Tali caratteristiche contribuiranno, all’interno del portafoglio, a una maggiore dinamicità allocativa e alla possibilità di accedere a un maggior numero di controparti su tutte le asset class disponibili.

Sottoscrivendo il Fondo, gli investitori otterranno un'esposizione a un portafoglio diversificato in termini di settori e aree geografiche che KKR continua a costruire progressivamente utilizzando un approccio tematico, che ha dimostrato la sua resilienza nelle fasi del ciclo con i livelli di volatilità più elevati per i titoli quotati.

"Il collocamento del Fondo di KKR, gestore globale e di grande prestigio nel settore del Private Equity, arricchisce la nostra piattaforma di Private Markets con un'offerta distintiva che conferma la nostra leadership negli investimenti alternativi, con oltre 4 miliardi di euro committed nel comparto. I fondi alternativi aperti illiquidi coniugano le opportunità di crescita che caratterizzano gli investimenti illiquidi con un accesso continuativo e improntato alla diversificazione: un modello all’avanguardia dell’innovazione, applicato a portafogli di investimenti globali e di qualità, che è tra i punti di forza della nostra proposta di valore per la clientela", dichiara Angelo Viganò, Head of Mediobanca Private Banking.
Condividi
```