Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 19 Agosto 2018, ore 10.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Fiat: New Holland Agriculture, 1.250 trattori per l’Iraq

(Teleborsa) - New Holland Agriculture, azienda leader mondiale per la produzione e la vendita di macchine e attrezzature agricole, che è un marchio di CNH, società del Gruppo Fiat, sta fornendo 1.250 trattori all’Iraq per contribuire con le sue macchine affidabili e produttive a promuovere la crescita economica del Paese.
Il contratto tra New Holland Agriculture e la State Company for Mechanical Industries (SCMI), sotto il patrocinio del Ministero dell’Industria iracheno, prevede la fornitura di trattori finiti o in kit parzialmente smontati destinati allo stabilimento di produzione della SCMI a Iskandiriyah in Iraq.
I primi 400 dei 1.250 trattori New Holland oggetto della fornitura sono già arrivati nello stabilimento iracheno e oltre 300 unità sono state consegnate agli agricoltori e sono ora al lavoro nei campi del Paese. Presso lo stabilimento produttivo di Iskandiriyah sono attesi a breve altri 200 trattori.
La fornitura contribuirà a rivitalizzare il settore iracheno dell’agribusiness. Gli specialisti di New Holland Agriculture stanno fornendo assistenza tecnica a supporto delle attività di produzione a Iskandiriyah, compresa la fornitura di strumenti per l’ottimizzazione degli standard di fabbricazione e l’assistenza post-vendita a garanzia della massima efficienza operativa in campo. La disponibilità delle scorte è sufficiente ad assicurare tempi di fermo macchina ridotti al minimo.
Nel 2006 e nel 2007, in collaborazione con l’Agenzia americana per lo sviluppo internazionale (USAID) e con il Gruppo Al Bunnia, New Holland ha portato a termine con successo il programma di recupero del parco macchine iracheno, rimettendo a nuovo 2.800 trattori. New Holland e USAID hanno inoltre messo a punto un programma di formazione per tecnici iracheni presso le sedi CNH in Turchia, al fine di migliorare e aggiornare le competenze di tutti coloro che operano nel settore agricolo. Nel 2007 New Holland ha siglato un contratto con la Task Force for Business and Stability Operations del Dipartimento della Difesa Americano e con il corpo dei Marines per la fornitura di 200 trattori in kit New Holland. Inoltre, CNH ha dato il proprio appoggio alla JLG Industries ai fini dell’esecuzione di un contratto quadriennale con il Tank-Automotive and Armaments Command (TACOM) dell’Esercito americano per la rimessa a nuovo dei macchinari del genio a Camp Anaconda.
Nel 2008, infine, New Holland ha consegnato al Ministero dell’Agricoltura iracheno 165 trattori e 50 mietitrebbia, che vanno ad aggiungersi alle centinaia di trattori New Holland spediti nel Paese e destinati alla vendita a privati.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.