Martedì 22 Settembre 2020, ore 16.34
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Cipro nel panico dopo la decisione dell'Eurogruppo

Economia ·
(Teleborsa) - Rabbia e panico a Cipro dopo la decisione shock dell'Eurogruppo di concedere aiuti al Paese in cambio di un prelievo forzoso sui conti bancari.

Sebbene questa mossa non sia ancora effettiva perché si attende il via libera del Parlamento, gli abitanti dell'Isola, alla ricerca disperata di aiuti esteri che possano mettere fine alla grave crisi del debito, hanno immediatamente preso d'assalto gli sportelli bancomat per salvare il salvabile. Ma invano: il Governo cipriota, temendo che le già provate banche perdano altri miliardi, ha disposto per domani un giorno di chiusura "per ferie", che si somma a quello di oggi per festività.

La Banca Centrale di Cipro, invece, ha bloccato tutti i trasferimenti di denaro e i pagamenti.

Secondo quanto concordato nel fine settimana, ai risparmiatori verrà imposta una tassa "una tantum" sui propri depositi che sarà del 6,75% sulle somme fino a 100 mila euro e del 9,9% su quelle oltre i 100 mila euro.

Questa mossa dovrebbe generare un gettito di 5,8 miliardi di euro e colpire soprattutto i non residenti che usano le banche cipriote per i propri conti offshore. In particolare dovrebbero essere penalizzati i russi, ma questo non creerà malumore al Cremlino, anzi. Il prelievo forzoso potrebbe infatti far rientrare in Russia molti capitali sfuggiti al Fisco.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.