Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 8 Aprile 2020, ore 09.35
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

RFI rinnova l'accordo con l'anticorruzione per la trasparenza negli appalti

Economia, Sostenibilità, Trasporti ·
(Teleborsa) - RFI, società che gestisce la rete ferroviaria del gruppo FS Italiane, ha rinnovato il Protocollo di Vigilanza Collaborativa con l'ANAC, l’Autorità Nazionale Anticorruzione. Un ulteriore strumento per prevenire e monitorare in corso d’opera possibili episodi di corruzione negli appalti ferroviari.

Il rinnovo dell’accordo è stato sottoscritto da Raffaele Cantone, Presidente ANAC, e Maurizio Gentile, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RFI, confermando per un altro anno la collaborazione costruttiva per gestire gli appalti in maggiore trasparenza.

Gli obiettivi dell’intesa sono molteplici: verificare in via preventiva la conformità dei bandi di gara al Codice Appalti ed alla normativa di settore; prevenire episodi di corruzione e infiltrazioni criminali nelle imprese appaltatrici attraverso clausole e condizioni ad hoc; garantire la legalità, monitorando il corretto svolgimento delle gare.

Tre gli interventi sotto la lente di ingrandimento dell’Autorità, individuati fra quelli a maggiore valenza economica e territoriale: la linea Bologna – Padova, soggetta ad interventi di upgrading tecnologico e infrastrutturale per un valore di 55 milioni di euro; il raddoppio linea Lucca - Pistoia (varianti di tracciato, eliminazione passaggi a livello, nuove viabilità stradali e riqualificazione stazioni) per un importo complessivo di 450 milioni di euro, di cui 235 milioni di euro finanziati da Regione Toscana; la linea Catania – Siracusa per un investimento complessivo di 125 milioni di euro.

Il Protocollo di Vigilanza Collaborativa tutela sia l’interesse pubblico, per una maggiore correttezza e trasparenza nella gestione degli appalti, sia quello aziendale, per il rafforzamento dei valori di reputazione e di credibilità verso i cittadini e gli stakeholders. L’accordo si aggiunge ai Protocolli di legalità che Rete Ferroviaria Italiana ha già siglato con Istituzioni e Enti territoriali per la trasparenza e la prevenzione della corruzione ed alle ulteriori misure interne già adottate da RFI volte per rafforzare la legalità nell’agire aziendale.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.