Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Giovedì 22 Febbraio 2018, ore 15.39
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

UK, l'inflazione resta al 3%

Su base annua, l'inflazione di gennaio resta al 3% come nel mese precedente, contro il +2,9% indicato dal consensus

Economia, Macroeconomia ·
(Teleborsa) - Decelera l'inflazione nel Regno Unito. Secondo l'Office for National Statistics (ONS), nel mese di gennaio i prezzi al consumo hanno registrato una contrazione dello 0,5% su mese, dopo il -0,4% di dicembre e rispetto al -0,6% atteso dagli analisti.
Su base annua, l'inflazione resta al 3% come nel mese precedente, contro il +2,9% indicato dal consensus.
Il dato core dell'inflazione, che esclude le componenti più volatili di cibo e carburanti, registra un incremento del 2,7% contro il +2,5% di dicembre. Il dato supera le attese che erano per un aumento del 2,6%.

Diffusi anche i prezzi alla produzione del mese di gennaio. Secondo l'Ufficio Nazionale di Statistica, l'indice dei prezzi alla produzione (output) è cresciuto dello 0,1% dopo il +0,4% di dicembre, risultando inferiore alle stime degli analisti che avevano indicato un +0,2%.
A livello tendenziale, i prezzi hanno evidenziato una crescita del 2,8% dal +3,3% del mese scorso e dal +3% del consensus.

Restando in tema di prezzi, l'ONS ha diffuso anche le statistiche sul mercato immobiliare del Regno Unito. Secondo il rapporto mensile dell'Office for National Statistics, che si unisce a quelli degli Istituti privati Halifax e Nationwide, a dicembre i prezzi delle case hanno mostrato un incremento del 5,2%, dopo il +5,1% del mese precedente. Il dato è superiore alle attese degli analisti che indicavano una crescita del 4,9%.
Il rapporto segnala che la media dei prezzi delle abitazioni passa a 227.000 sterline, 12.000 sterline sopra il dato di dicembre 2016 e 1.000 rispetto a novembre 2017.
Tale risultato si deve alla crescita annua del 5% dei prezzi in Inghilterra, del 5,4% in Galles e del 7,7% in Scozia.
Londra continua ad essere la regione con la media dei prezzi più alta a 484.000 sterline.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.