Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 23 Settembre 2018, ore 08.54
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Petrolio, l'OPEC vede domanda in aumento

Riviste al rialzo le stime per il 2018. Atteso dalla IEA il rapporto mensile sul mercato del greggio

Economia ·
(Teleborsa) - Restano in fermento i prezzi del petrolio, che continuano a viaggiare attorno ai massimi dal 2014, complice l'escalation delle tensioni tra USA e Russia, per la Siria.

Il Brent di Londra quota a 71,37 dollari al barile (-0,04%) mentre il WTI americano viaggia a 67,04 usd/bar (-0,03%), dopo quattro sedute consecutive di rialzi.

L'OPEC, nel consueto rapporto mensile, ha rivisto al rialzo le stime sulla domanda mondiale di greggio, per l'anno in corso: 30 tonnellate di barili al giorno a 1,63 milioni di barili/giorno per un totale di 98,70 milioni di barili. Stima che si confronta con i 97,07 milioni previsti per il 2017.

Nel report, il Cartello dei Paesi produttori spiega che la revisione al rialzo della domanda, riflette soprattutto la dinamica positiva registrata dai Paesi OCSE, nel primo trimestre dell'anno.

In data odierna, è atteso un altro aggiornamento mensile, sul mercato dell'oro nero, che sarà pubblicato dalla IEA, International Energy Agency, Dipartimento dell’Energia di Washington.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.