Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 11 Dicembre 2018, ore 20.14
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Decreto Dignità, appello Anief ai deputati per salvare 50 mila maestri

Secondo il sindacato per la scuola, l'approvazione del nuovo testo porterebbe ad una pioggia di ricordi al Miur

Economia, Scuola ·
(Teleborsa) - Momenti decisivi per il destino degli 850 emendamenti al Decreto Dignità, oggetto di discussione in queste ore alla Camera. Dal presidente nazionale Anief Marcello Pacifico arriva un appello accorato ai parlamentari italiani perché presentino e approvino la richiesta di subemendamento al testo 4.24 dei Relatori.

Secondo il sindacalista "solo in questo modo è ancora possibile salvare più di 50 mila maestri precari della primaria e delle superiori prima dei nuovi concorsi straordinari, confermando nei ruoli i docenti inseriti con riserva che hanno superato l'anno di prova. Il MIUR verrà travolto da una pioggia di ricorsi, presentati dai docenti di ruolo licenziati, dai contro interessati, dai docenti delle superiori" - continua Pacifico, secondo cui "l’unica soluzione è presentare la proposta di Anief ed evitare un nuovo caos nei tribunali".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.