Facebook Pixel
Milano 17:35
33.707,21 -0,38%
Nasdaq 22:00
19.701,13 +1,16%
Dow Jones 22:01
39.112,16 -0,76%
Londra 17:35
8.247,79 -0,41%
Francoforte 17:35
18.177,62 -0,81%

Anief, no a percorsi quadriennali nella scuola superiore

Daniela Rosano candidata al CSPI nella lista Anief "Democrazia, responsabilità e partecipazione" per la scuola secondaria di secondo grado. La Lista dei candidati Anief è visualizzabile su https://anief.org/rsutas/cspi-2024

"Recentemente è stato scritto un disegno di legge che propone la riduzione a 4 anni per le scuole superiori, in particolare per gli istituti tecnici. È già in corso una sperimentazione, in effetti, in alcuni istituti d'Italia. Rispetto a questa proposta, il CSP ha fornito più volte parere negativo anche perchè non c'è un riscontro positivo rispetto all'efficacia didattica di un percorso ridotto a 4 anni. Tant'è che, il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, più volte ha detto che prima bisogna valutare l'effettiva efficacia di questi percorsi della riduzione a 4 anni e poi, magari sarà possibile valutare l'estensione di questa sperimentazione". Lo ha dichiarato Daniela Rosano candidata al CSPI nella lista Anief "Democrazia, responsabilità e partecipazione" è Segretario Generale Anief e Presidente regionale Anief Umbria.

"Per l'Anief non è accettabile una riduzione a 4 anni del percorso scolastico, in particolare in considerazione della dispersione scolastica che in Italia è più alta della media europea, il 13% contro il 9%. È la cosiddetta dispersione implicita perchè ci sono tantissimi studenti che raggiungono il termine del percorso e che però non hanno le competenze di base. Quindi, oltre a queste, ci sono anche altre criticità, dovute al fatto che sicuramente dovrebbero essere modificate le metodologie didattiche, per ridurre e per contrarre il percorso il percorso in 4 anni. L'Anief è assolutamente contraria a questa riduzione del percorso a 4 anni, che porterebbe soltanto a un effetto meccanico dell'apprendimento e a ottenere una scarsa disponibilità di competenze per gli studenti", conclude la Rosano.
Condividi
"
Altri Video
```