Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 22 Settembre 2019, ore 16.58
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari viaggia poco sopra la parità

Scambi in lieve rialzo per la Borsa di Milano, che registra un aumento dello 0,24% sul FTSE MIB

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Lieve aumento per il FTSE MIB, al pari delle principali Borse Europee, dopo la debacle della vigilia e la chiusura pesante di Wall Street e Tokyo sull'acuirsi delle tensioni commerciali tra USA e Cina. Washington ha accusato Pechino di manipolare le valute, dopo che lo yuan è sceso ai minimi da oltre 11 anni.

Dal fronte macro, buone notizie per gli ordini all'industria della Germania, tornati a salire nel mese di giugno.

L'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile su 1,12. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,09%, sui massimi da sei anni. Seduta positiva per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno dello 0,84%.

Lo Spread fa un piccolo passo verso il basso, con un calo dell'1,17% a quota +205 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all'1,53%.

Tra i listini europei resistente Francoforte, che segna un piccolo aumento dello 0,47%, piatta Londra, che tiene la parità, mentre Parigi avanza dello 0,65%.

Scambi in lieve rialzo per la Borsa di Milano, che registra un aumento dello 0,24% sul FTSE MIB. Consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (+0,33%); negativo il FTSE Italia Star (-0,18%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti costruzioni (+1,68%), beni per la casa (+1,31%) e chimico (+1,16%).

Tra i peggiori della lista di Piazza Affari, in maggior calo i comparti alimentare (-1,27%) e telecomunicazioni (-0,57%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+2,13%) e Buzzi Unicem (+2,01%): Hsbc ha alzato il target price da 23 a 25 euro, confermando il rating buy. In luce Ferragamo (+1,76%) e Fineco (+1,75%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Campari, che continua la seduta con -1,35%.

Sostanzialmente debole Telecom Italia, che registra una flessione dello 0,88%.

Si muove sotto la parità Leonardo, evidenziando un decremento dello 0,82%.

Contrazione moderata per BPER, che soffre un calo dello 0,78%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Brunello Cucinelli (+4,23%), Tod's (+3,20%), Credito Valtellinese (+2,60%) e Sesa (+2,29%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Cairo Communication, che ottiene -4,23% dopo la semestrale.

Sessione nera per Interpump, che lascia sul tappeto una perdita del 2,07%.

Sotto pressione FILA, con un forte ribasso dell'1,98%.

Soffre doValue, che evidenzia una perdita dell'1,38%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.